Abusi sessuali su una bimba di 5 anni ad Avellino, coinvolti il nonno e la madre

Abusi sessuali su una bimba di 5 anni ad Avellino, coinvolti il nonno e la madre

Gli autori delle violenze sono il nonno 53enne e il compagno 30enne della zia che, sottolineano i carabinieri, avrebbero agito con la connivenza della madre

NAPOLI – “Turpe scenario di plurimi abusi sessuali all’interno delle mura domestiche”. Cosi’ i carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Avellino descrivono quanto svelato da un’indagine condotta a Cervinara e che ha visto una bambina di appena 5 anni vittima di violenza sessuale da parte di alcuni familiari con la connivenza della madre. I due uomini raggiunti oggi da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di violenza sessuale aggravata – ai sensi degli articoli 609 bis e 609 ter c.2 del codice penale, contemplanti, spiegano dall’Arma, “la pena edittale piu’ alta per ipotesi delittuose del genere” – sono il nonno della bambina, 53enne di Cervinara, e il compagno della zia (sorella della madre), trentenne di San Martino Valle Caudina. Entrambi avrebbero piu’ volte abusato sessualmente della piccola.

L’ordinanza e’ stata emessa oggi dal giudice delle indagini preliminari di Avellino, su richiesta dei Pm della locale Procura della Repubblica, al termine di un’articolata indagine originata dalla denuncia della coordinatrice della comunita’ educativa dove si trova la bambina ed e’ corroborata dall’analisi psicologica e dall’esame clinico-specialistico della piccola vittima. I due autori delle violenze, sottolineano i carabinieri, avrebbero agito con la connivenza della madre anch’ella sotto indagini con l’accusa di aver permesso le sopraffazioni sessuali tra il 2018 e il 2019.

DIRE» e l’indirizzo «www.dire.it»