Ad Arte Padova successo del movimento fotografico del "Demorfismo"

Ad Arte Padova successo del movimento fotografico del "Demorfismo"

Si è conclusa con successo la fiera “Arte Padova“, annuale punto d’incontro per artisti, galleristi, collezionistii, esperti e amanti dell’arte. In questa edizione dell’ “Arte Padova” si è registrato un forte interesse per la fotografia: al fianco di classici come Giacomelli, con i suoi “pretini”, Galimberti con i suoi splendidi collage, e questa volta anche insieme a Christo, Kenna ed Haraki,  è stato presentato al grande pubblico il movimento artistico del “Demorfismo“, creato dal fotografo Giovanni Bevilacqua . Nello stand della Galleria Berga di Vicenza, erano presenti le caratteristiche fotografie del Demorfismo di Bevilacqua, che ha attirato l’attenzione di critici e curatori oltre che del pubblico, che ha invitato l’autore, presente durante le giornate della manifestazione fieristica, ad esporre altre opere oltre quelle già esposte dalla Galleria, Particolare interesse ha riscosso “La Giostra“, fotografia in stile “Demorfismo” della Rotonda del Palladio, opera fotografica che ha richiesto ben 6 mesi di lavoro per la sua realizzazione. Particolare nel particolare: sul retro della cornice di fine ottocento, l’autore ha posizionato le varie fasi del processo realizzativo. Una trovata che il pubblico ha enormemente apprezzato.