Agricoltura, Hausmann: assurda la chiusura del mercato di san Teodoro


Notice: Trying to get property 'post_excerpt' of non-object in /home/ilgiorna/public_html/wp-content/themes/mh-newsdesk/includes/mh-custom-functions.php on line 123

“È incredibile che il Comune di Roma abbia deciso di chiudere l’esempio più importante a livello internazionale di mercato a filiera corta, dove operano 60 aziende provenienti dall’intero territorio regionale.

La Regione Lazio ha approvato una legge sulla filiera corta proprio per sviluppare una filosofia di mercati come quella portata avanti in maniera efficace e esemplare dal mercato contadino di San Teodoro, modello a cui ci siamo ispirati.

Un mercato importante non solo per i tantissimi romani, che lo avevano come punto di riferimento per l’acquisto di prodotti coltivati e trasformati sul territorio, dalla sicura tracciabilità e genuinità, ma anche per il mercato turistico, con tour operator che, organizzando corsi di cucina, lì portavano i propri clienti per mostrare un fiore all’occhiello nell’offerta dei prodotti agroalimentari laziali.

È intollerabile averlo chiuso e non ne capisco i motivi.

Mi auguro che venga presto risolta la situazione, con piena soddisfazione delle parti interessate e soprattutto nel rispetto e a tutela del rapporto di fiducia consolidatosi tra i produttori e i consumatori”.

Lo dichiara in una nota l’Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Lazio, Carlo Hausmann.