Arpino, premio medici e speziali

Con il patrocinio della XV Comunità Montana Valle del Liri

E’ stato assegnato sabato 7 settembre alle 18 nei Saloni di Palazzo Boncompagni ad Arpino, il Premio Medici e Speziali – Amici della Dante e di Arpino. Istituito dal locale Comitato Dante, attivo sostenitore e promotore del Certamen Ciceronianum Arpinas, il Premio ricorda l’iscrizione del Sommo Poeta ad una delle Arti Maggiori, quella dei Medici e Speziali, avvenuta nel 1294.Una iniziativa con cui si intende gratificare personalità che si siano distinte nel campo medico, farmacologico, farmaceutico e culturale legate alla Dante e ad Arpino. L’evento ha ottenuto il patrocinio e il sostegno anche dalla XV Comunità Montana Valle del Liri di Arce. 

“Il premio Medici e Speziali Amici della Dante e di Arpino rappresenta per l’intero territorio della Media Valle del Liri una bella vetrina di spessore culturale, che permette di valorizzare e apprezzare l’attività artistica e sociale di molti illustri personaggi legati alla nostra amata città -dichiara il presidente dell’ente montano. Il presidente Quadrini ha poi evidenziato come ‘un territorio abbia bisogno di mantenere sempre alto il proprio livello culturale anche con iniziative come queste, poiché è anche così che cresce una comunità, con riflessi positivi in grado di svilupparsi su diverse traiettorie della nostra società.Un ringraziamento a tutti gli organizzatori dell’evento e al Prof. Enrico Quadrini, Presidente della Dante arpinate”.

Presenti alla manifestazione il Prof. Enrico Quadrini, Presidente della Dante arpinate, il dott.Carlo Boscia farmacista ed ex studente del Tulliano, il prof Giovanni Ferlan ricercatore e importante cardiochirurgo, il prof. Carlo Patrono farmacologo scopritore della Cardioaspirina, il comm. Alessandro Masi segretario generale della Società Dante Alighieri dal 1999 – giornalista- docente universitario nel campo dell’arte, il dantista prof. Achille Gussati, il prof. Edoardo D’Angelo dell’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli e Carlo Patrono.