CARTIERA RENO DE MEDICI, L’IMPEGNO DELLA PROVINCIA

CARTIERA RENO DE MEDICI, L’IMPEGNO DELLA  PROVINCIA

POMPEO: “LA TUTELA DELL’AMBIENTE E DEI LIVELLI OCCUPAZIONALI SONO OBIETTIVI DI TUTTI”

In merito alla vertenza Reno De Medici, la Provincia di Frosinone ha convocato per la giornata di giovedì 20 febbraio 2020, alle ore 16, nella sede dell’ente di piazza Gramsci, il tavolo provinciale con le organizzazioni sindacali e i Comuni di Cassino, Villa Santa Lucia, Piedimonte San Germano e Pignataro Interamna. Alla riunione sono stati invitati anche il Cosilam, la società A&A, che gestisce  l’impianto di depurazione di Villa Santa Lucia, e le associazioni datoriali. 

In settimana, inoltre, il Settore Ambiente della Provincia ha calendarizzato incontri tecnici sia con l’azienda Reno de Medici che con il Cosilam e la società A&A, con l’obiettivo di acquisire tutte le informazioni utili e necessarie a risolvere la problematica. 

La Provincia – ha spiegato il presidente Pompeo – ha convocato tutti i soggetti interessati della  vertenza Reno De Medici.  Una questione delicata che va affrontata tenendo conto della tutela dell’ecosistema e della salvaguardia dei posti di lavoro. Questi due aspetti devono viaggiare in parallelo, altrimenti verremmo meno a quel principio di responsabilità che è obbligatorio per coloro che rappresentano i cittadini. La vicenda Reno De Medici – conclude il presidente Pompeo –  rilancia la validità e l’urgenza del documento che le Province hanno presentato in Regione tramite l’Upi Lazio e nel quale si chiede di consentire ai nostri enti di esercitare appieno le funzioni ambientali. È ora di passare dalle parole ai fatti, per garantire ai territori quelle risposte che sono necessarie allo sviluppo e al rispetto della natura“.