La felicità ha il sapore della salute

Dal 23 maggio in libreria il libro scritto da Luigi Fontana e Vittorio Fusari: scienza e cucina s’incontrano sotto il segno di Slow Food Editore

Arriva in libreria un’importante novità editoriale firmata Slow Food, La felicità ha il sapore della salute. La via della longevità tra scienza e cucina il libro, unico nel suo genere, frutto dell’incontro tra il medico e scienziato Luigi Fontana, tra i massimi esperti internazionali nel campo della longevità, e lo chef Vittorio Fusari, da molti anni protagonista della scena gastronomica italiana.
Fontana, professore ordinario di Medicina e nutrizione presso l’Università degli Studi di Brescia e la Washington University di Saint Louis, e Fusari, grande cuoco ma prima ancora filosofo del cibo, ci accompagnano in un viaggio che parte dalla ricerca della salute, del benessere, della longevità appunto, esaltando al contempo il gusto del buon cibo, il piacere di dedicarsi alla cucina, la sostenibilità delle nostre scelte quotidiane.
La felicità ha il sapore della salute, ci invita a riflettere sul nostro rapporto con il cibo, su quanto lo conosciamo, su come possiamo riprenderci il tempo da dedicare al più prezioso alleato della nostra salute. Ma attenzione, Fontana non ci suggerisce regole complicate o metodi che appesantirebbero eccessivamente le nostre vite, rubandoci la gioia di cucinare e consumare cibi sani e gustosi. Bando quindi alla bilancia e al conteggio delle calorie, a ricette prive di gusto e alle porzioni striminzite!

La proposta del ricercatore è quella di adattare il nostro quotidiano, passo dopo passo, a una lenta rivoluzione. Come fare? Il volume, dopo le basi scientifiche necessarie suggerirà di tornare in cucina, al mercato, dai produttori, dai contadini, di dedicarci all’autoproduzione per recuperare quella conoscenza del cibo fondamentale per la nostra salute e quella dell’ambiente in cui viviamo.

Diventa dunque facile sfatare tutte quelle irrazionali credenze modaiole orchestrate ad arte dai maestri del marketing alimentare: le diete iperproteiche, quelle vegetariane o filosofiche, le diete commerciali e gli integratori, sono tutte scorciatoie che confondono il nostro organismo come in una pazza giostra.

Conoscere, scegliere, meditare e poi sperimentare: questa è la ricetta giusta. Seguendo le indicazioni scientifiche di Luigi Fontana, Vittorio Fusari ha plasmato la materia creando una cinquantina di favolose ricette capaci di nutrire non solo il corpo ma anche lo spirito. E si capisce bene come, banchettando a una tavola del genere, persino il digiuno e la restrizione calorica entreranno naturalmente a far parte del nostro vissuto, contribuendo a costruire un pezzo importante della nostra personale felicità.

A impreziosire il volume, una piramide alimentare rivista in base agli studi e adattata alle dinamiche delle nostre vite attuali, un compendio dei principali alimenti – dai cereali alle verdure e alla frutta, dalla carne ai legumi, dal pesce alla frutta secca, dal sale agli oli per condire, fino ai dolciumi – che introducono le Ricette di Vittorio e una corposa appendice con i consigli per fare la spesa, seguire la stagionalità di frutta e verdura, le regole per scegliere il pesce e le ricette delle preparazioni di base.

Insomma: un saggio che ci svela i segreti della longevità, un ricettario di cucina d’autore e un manuale per fare la spesa in modo intelligente!

Collana: Slow Life
Pagine: 400
Prezzo al pubblico: 19,50 €
Prezzo online: 16,58 €
Prezzo soci Slow Food: 13,65 €

Giuliana di Norwich le rivelazioni del Divino Amore a cura di Sandro Mancinelli

Giuliana di Norwich fu una grande mistica inglese del XIV secolo dichiarata beata dalla Chiesa Cattolica e Santa da quella Anglicana.

Fu definita la mistica della felicità e dell’ottimismo.

Le sue “Rivelazioni dell’Amore Divino”, infatti, contengono un messaggio di positività, fondato sulla certezza che siamo tutti amati da Dio e protetti dalla sua Provvidenza.

Giuliana comprese perfettamente anche un altro aspetto che non cessa di costituire una provocazione per i credenti: se Dio è sommamente buono e sapiente, perché esistono il male e la sofferenza degli innocenti?

 

In questo libro viene spiegata l’inevitabilità del peccato!

 

Notizie sull’autore:

Sandro Mancinelli nasce ad Ariccia (Rm) nel 1954. Nel 2012 inizia il suo percorso di apostolato collaborando con il Segno del Soprannaturale, Miracoli, Il Giornale del Lazio e altre pubblicazioni a carattere locale e nazionale. Ha partecipato altresì a trasmissioni televisive sul tema della spiritualità e dei mistici.

Con i suoi libri e le sue testimonianze, l’autore vuole essere voce di anime toccate dalla presenza di Dio, portando le loro storie nelle case e nei cuori della gente: piccole fiammelle per ravvivare il fuoco potente della fede.

 

Giuliana di Norwich – Le rivelazioni del Divino Amore

Di Sandro Mancinelli

Edizioni Segno

Pag. 116

Prezzo Euro 10,00

 

Acquistabile in libreria o tramite internet direttamente sul sito della casa editrice www.edizionisegno.it

 

Una Nave di Libri per Barcellona 2018

Un’iniziativa organizzata da Leggere.tutti
In collaborazione con Grimaldi Lines

Mancano due settimane ma vi sono ancora posti disponibili per la crociera culturale che il mensile “Leggere:Tutti” organizzerà per la nona volta in collaborazione con Grimaldi Lines.
Dal 21 al 24 aprile, a bordo della Cruise Barcelona della Grimaldi Lines salperà dal porto di Civitavecchia Una Nave di Libri per Barcellona 2018, evento imperdibile che ospiterà a bordo scrittori, registi e attori in viaggio verso Barcellona.
La nave salperà il 21 aprile dal Porto di Civitavecchia, farà una tappa il giorno successivo a Porto Torres dove si imbarcherà una delegazione composta da rappresentanti istituzionali, musicisti, produttori agroalimentari  con la partecipazione dello chef algherese Cristiano Andreini che, a conclusione del progetto Suoni e parole della Sardegna in Spagna curato dalla Thorn & sun communication, daranno vita a concerti, laboratori e degustazioni per i partecipanti  alla Nave dei libri e per i  tour operator spagnoli invitati a bordo per presentare  la Sardegna e le sue ricchezze naturalistiche e culturali.

La Nave approderà a Barcellona alla vigilia della Giornata mondiale del libro. La Festa di San Giorgio nel capoluogo catalano si celebra in forma del tutto particolare: Barcellona si riempie di rose, libri, poeti e scrittori coinvolti in centinaia di eventi culturali che animano l’intera città. Durante la giornata è usanza che gli uomini regalino una rosa alle donne e ne siano contraccambiati con un libro.

“L’idea dei Catalani – sottolinea Sergio Auricchio, ideatore della Nave dei libri – di associare la Rosa, simbolo dell’amore, al Libro, simbolo della cultura, è di grande impatto emotivo”. Ma anche il viaggio sarà un evento: “Sulla Nave – aggiunge il nuovo direttore di “Leggere:tutti” Carlo Ottaviano – saliranno scrittori, poeti, attori, cantanti e musicisti dando vita a numerosi eventi sia all’andata che al ritorno e le ore di navigazione voleranno via”.

La giornata del 23 aprile, proclamata dall’Unesco Giornata mondiale del libro nella data simbolica in cui ricorre l’anniversario della morte degli scrittori Miguel de Cervantes e William Shakespeare, è molto sentita in Catalogna. La festa del Dia de Sant Jordi nacque infatti come opposizione al franchismo individuando la cultura come il migliore mezzo di lotta al fascismo.

Tra coloro che hanno già confermato la loro presenza a bordo: l’”autrice rivelazione” Cristina Caboni con l’ultimo romanzo La rilegatrice di storie perdute (Garzanti); lo scrittore e politico Mario Capanna con Noi tutti (Garzanti) che individua un fil rouge tra il ‘68 e il prossimo futuro; la giornalista e nostra collaboratrice Fiorella Cappelli che intervisterà alcuni autori a bordo; Antonella Cassanelli con L’uovo del sergente (Albatros); Claudio Damiani, una delle voci più significative della poesia italiana contemporanea, che presenterà sulla Nave Cieli Celesti (Fazi) e Heroes y otros poema (Pee-Texps) all’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona; Renato Ferraricon Quota 80 (Fondazione Argentina Altobelli); Marco Belocchi e Maria Letizia Avato con Il curioso incontro delle parallele (Centro Studi Tindari Patti); Assunta Gneocon Tira fuori l’anima (Europa Edizioni); Maria Rita Guerra con il libro per grandi e piccoli Tutti i bambini sono bravi…ma i grandi non lo sanno!!! (Agra Editrice); il giornalista e scrittore Roberto Ippolito con un  libro-rivelazione, Eurosprechi (Chiarelettere); Riccardo Mazzeo che presenterà il libro scritto con Zygmunt Bauman Elogio della letteratura;   Haidar Hafez, candidato Nobel per la Pace, con Lezioni di pace. Il Corano, l’islam e il terrorismo spiegati ai miei allievi; lo scrittore e viaggiatore per gli oceani Simone Perotti con il magnifico Atlante delle isole del Mediterraneo (Bompiani); Irma Kurti,  premiata autrice albanese con In assenza di parole (Kimerik), Massimo Lugli, noto giornalista e scrittore, inviato  de la Repubblica per la cronaca nera e autore di romanzi gialli con Il criminale (Newton Compton); lo scrittore ed esperto di narrativa di viaggio Vittorio Russo con Transiberiana (Sandro Teti editore); lo scrittore  Fabio Stassi una  certezza nel panorama editoriale italiano con i suoi ultimi libri La lettrice scomparsa e Angelica e la cometa (Sellerio); la scrittrice, sceneggiatrice, paroliera Carla Vistarini (autrice di indimenticabili canzoni per Ornella Vanoni, Mia Martini, Mina e molti altri) con il suo ultimo romanzo Se ricordi il mio nome (Corbaccio) intervistata da Fiorella Cappelli.
Inoltre, sulla nave parteciperà il collettivo teatrale Voci nel deserto con gli attori che riproporranno  brani di scrittori, filosofi, poeti scritti  decine  ed anche centinaia di anni fa, ma che ancora oggi sono di drammatica attualità (“La raccolta differenziata della memoria)”.
Spazio alla musica con i concerti di Davide CasuClaudia Crabuzza e Caterinangela Fadda; il Coro polifonico di Atzara,  che si terranno tutti al Porto di Barcellona il 23 aprile (“Suoni e parole della Sardegna in Spagna”)
Infine, per festeggiare l’anniversario di Gioachino Rossini, sarà proposta un’intervista immaginaria al grande compositore, accompagnata dalla sua musica, con testi di Gianni Zagato e voce di Gino Manfredi.

Per informazioni e prenotazione: info@leggeretutti.it; Tel. 0644254205

Sito ufficiale: www.leggeretutti.it
Facebook.com/unanavedilibri

NB L’iniziativa è riservata agli abbonati di Leggere:tutti; chi non lo fosse deve sottoscrivere o rinnovare l’abbonamento annuale (euro 30,00).
Di seguito gli estremi per il bonifico bancario: intestato ad Agra srl, presso Poste Italiane – cod. IBAN: IT 83 O 0760103200000061767000

PROGRAMMA DI VIAGGIO

sabato 21 aprile 2018 {Civitavecchia}
Ore 20.00 Appuntamento con tutti i partecipanti presso la biglietteria Grimaldi Lines – Porto di Civitavecchia.
Check-in e ritiro carte d’imbarco.
Ore 21.00 Imbarco e sistemazione nelle cabine riservate
Ore 21.30-23.00 Cena presso il self service, menù business
Ore 23.00 Apertura della libreria. Benvenuto a tutti i partecipanti, presentazione degli ospiti ed inizio
del programma letterario. A seguire intrattenimento musicale
Ore 23.59 Partenza per Barcellona

domenica 22 aprile 2018 {navigazione verso Barcellona}
Ore 08.00-10.00 Prima colazione presso il self service, menù business
Ore 10.00-13.00 Svolgimento delle attività legate al programma letterario
Ore 12.00-14.00 Pranzo presso il self service, menù business
Ore 15.00-17.30 Svolgimento delle attività legate al programma letterario
Ore 20.00 Arrivo a Barcellona. Possibilità di sbarcare. Cena libera. Pernottamento a bordo.

lunedì 23 aprile 2018 {Barcellona}
Ore 08.00-10.00 Prima colazione presso il self service, menù business
In occasione della Giornata Mondiale del Libro, a Barcellona si svolgono numerose attività legate alla Festa “San Giorgio, i libri e le rose”. Leggere:tutti partecipa con due grandi stand tricolori sulle Ramblas. Durante la giornata i partecipanti potranno scattare fotografie per partecipare al concorso fotografico.
Ore 20.00 Orario limite per l’imbarco
Ore 20.30-23.00 Cena presso il self service, menù business
Ore 22.15 Partenza per Civitavecchia
Ore 23.00 Proiezione di un film

martedì 24 aprile 2018 {navigazione verso Civitavecchia}
Ore 08.00-10.00 Prima colazione presso il self service, menù business
Ore 10.30 Scalo a Porto Torres
Ore 10.00-13.00 Svolgimento delle attività legate al programma letterario
Ore 12.00-14.00 Pranzo presso il self service, menù business
Ore 15.00-17.00 Svolgimento delle attività legate al programma letterario
Ore 17.30-18.00 Premiazione concorso fotografico
Ore 19.00 Arrivo a Civitavecchia, sbarco e fine dei servizi.

NOTE TECNICHE

CONVENZIONE PARCHEGGIO CIVITAVECCHIA

Per i partecipanti alla Nave dei Libri che raggiungono Civitavecchia in macchina dal 20 al 24 aprile è attiva una convenzione con il parcheggio di Via Siligato 1 – Civitavecchia – comprensivo di navetta andata e ritorno.
Il costo del servizio, parcheggio + navetta dal park al terminal e dalla banchina n.21 (Grimaldi Lines) al parcheggio è di:
– euro 25,00 a vettura (parcheggio all’aperto)
– euro 30,00  a vettura (parcheggio al coperto)

Le prenotazioni vanno effettuate necessariamente sul sito www.civitavecchiaparcheggio.it  compilando il modulo in tutte le sue parti e inserendo nelle note: “NAVE DEI LIBRI”.

NB: I  costi in fase di prenotazione saranno più alti ma non saranno applicati, in quanto sarà applicata la tariffa speciale sopraindicata (25,00 parcheggio all’aperto; 30,00 al coperto).

Si prega inoltre di inserire un recapito telefonico cellulare con sistema WhatsApp  così da ricevere la posizione del parcheggio.

(Tel.  0766 560598; 347 0612727)

•Il programma di viaggio potrebbe subire variazioni
•Il programma letterario dettagliato ed aggiornato sarà disponibile su questo sito www.leggeretutti.it
•L’entrata e l’uscita dal porto è consentita dietro presentazione della carta d’imbarco e di un documento valido per l’espatrio

Per info e dettagli sui costi:
http://www.leggeretutti.net/site/una-nave-di-libri-per-barcellona-2018-programma-di-massima/

Roma, “Libri Come”: Fabrizio Barca, Marco De Ponte e Lella Costa dialogano sulla possibilità di essere felici in un mondo disuguale

“F.I.L. Felicità Interna Lorda”: a Libri Come, un dialogo sulla possibilità
di essere felici in un mondo disuguale.

Con Fabrizio Barca, Marco De Ponte e Lella Costa

Domenica 18 marzo, ore 17.00, Auditorium Parco della Musica – Sala Ospiti
#LibriCome

Roma, 16 marzo – Si può essere felici in una società in cui regnano disuguaglianze, incertezza e timore per il futuro? Ponendo al pubblico questa provocatoria quanto attuale domanda, Fabrizio Barca, membro del Forum Disuguaglianze Diversità, e il Segretario Generale di ActionAid Italia Marco De Ponte daranno vita a un dialogo sui temi dell’equità sociale e dei diritti, nel quadro della rassegna “Libri Come”, festa del libro e della letteratura che si terrà all’Auditorium Parco della Musica di Roma dal 15 al 18 marzo.

A partire dal saggio “Inequality. What can be done?” di Anthony Atkinson, studioso dell’economia scomparso lo scorso anno, si faranno emergere idee e riflessioni per favorire una società più giusta. Chiuderà la discussione, un reading dell’attrice Lella Costa sulla (in)felicità.

“Un mondo più equo e giusto per tutti è il solo mondo in cui tutti possono aspirare alla felicità e raggiungerla. – dichiara Marco De Ponte – Per questo, la nuova strategia di ActionAid “Agorà2028” si pone l’obiettivo di migliorare la qualità della democrazia, perché solo in una democrazia vera e non meramente formale le persone sono consapevoli dei propri diritti, a partire da quelle più escluse, e possono contribuire a creare un mondo il meno disuguale possibile”.

“La si chiami felicità, libertà sostanziale o pieno sviluppo della persona umana è attorno all’obiettivo di consentirla a tutti che si fonda oggi lo stare assieme in una democrazia organizzata – aggiunge Fabrizio Barca –  Se questo obiettivo salta, se solo ad alcuni è data la possibilità di essere felici, allora salta la democrazia. Dopo tanti errori, siamo ancora in tempo per impedirlo.”

Presentato il libro su Federica Mangiapelo

Piglio / Felli: “Coinvolgente e molto significativa la storia di Federica”

 

La storia di Federica Mangiapelo, che è stata uccisa, a soli 16 anni, ha accresciuto il numero delle tante donne che hanno perso la vita per mano di un uomo. Donne uccise, violentate, maltrattate, sottomesse, spesso proprio da chi è chiamato a proteggerle, il marito, il compagno, il fidanzato, un fenomeno diffuso in tutte le società e in tutte le culture al quale però, grazie anche ad iniziative di sensibilizzazione come quella di sabato scorso a Piglio, si cerca di porre la parola fine. Davanti ad un pubblico attento e coinvolto, è stato presentato il libro “Federica, la ragazza del lago” scritto da Massimo Mangiapelo, presente all’incontro insieme al fratello Luigi (papà di Federica), al Sindaco di Piglio Mario Felli, all’avv. Francesca Arpino, alla psicologa Michela Sevi del centro antiviolenza “Fammi Rinascere” , ed alla dott.ssa Deborah Cuneo che ha coordinato i lavori. L’iniziativa è stata curata dal Comune di Piglio, nell’ambito di una serie d’iniziative volute fortemente dal Primo Cittadino per sensibilizzare l’opinione pubblica contro la piaga del femminicidio. “Parliamo di Federica –ha sottolineato il Sindaco Felli- ed attraverso la sua storia parliamo indirettamente di tante altre donne violate, è un tema che va costantemente affrontato e sensibilizzato, per vincere la paura di tante donne nel dire basta. Non si può essere indifferenti, perché siamo tutti indirettamente o direttamente coinvolti in questa drammaticità, come genitori, docenti, amici e se notiamo comportamenti o altri situazioni particolari dobbiamo parlare per aiutare”. I relatori ciascuno nel suo ambito, hanno ripercorso la vita di Federica, una ragazza bella, solare, appassionata come lo sono i giovani a 16 anni, fino all’incontro con quel fidanzato possessivo e geloso che le impediva di uscire con le amiche e che le scrisse, come in un tragico epitaffio, “sarai mia per sempre”. Perché Federica se l’è portata via proprio la persona che diceva di amarla. Quella di Federica è stata una morte assurda ma non può essere una morte vana ed è per questo che zio Massimo e papà Luigi hanno voluto iniziare a girare ogni parte d’Italia per incontrare i giovani e soprattutto le ragazze, coetanee di Federica, per metterle in guardia dai pericoli in cui possono incorrere e che a volte possono costare loro anche la vita. Nel libro si alterna la fase della descrizione dei fatti a quella delle emozioni, riportate in corsivo, emozioni che Massimo e Luigi hanno cercato di trasmettere ai presenti perché a nessuno possa accadere quello che è successo a Federica. Il coinvolgimento del pubblico è stato attivo, con un dialogo aperto, e la proposta costruttiva di ripetere la presentazione dell’opera dinnanzi alle classi terze medie di Piglio e di Trevi Nel Lazio.