Ricetta di stagione. Parmigiana di zucchine e prosciutto cotto.

La parmigiana di zucchine è un’ ottima alternativa alla tradizionale parmigiana di melanzane. La ricetta è gustosa e può essere servita sia come primo che come piatto unico. 

Si prepara in mezz’ora ed è adatta sia a un pranzo in famiglia che per una cena importante.

E’ una ricetta veloce da fare, viene realizzata senza pomodoro e con le zucchine al posto delle melanzane, adatta a chi  vuol mantenersi in forma, evitando la frittura.

Parmigiana  di zucchine e prosciutto cotto.


Ingredienti per 4 persone:

 1 kg di zucchine

100 g di prosciutto cotto a fette spesse

150 g di provola o mozzarella

50 g di Parmigiano grattugiato

Pangrattato

Olio di oliva

Sale e Pepe

  • Tempo Preparazione:
    20 minuti
  • Tempo Cottura:
    30 minuti
  • Dosi:
    4 persone
  • Difficoltà:
    Facile

Come si prepara la parmigiana  di zucchine e prosciutto cotto?

1. Per prima cosa occorre:

– Lavare le zucchine e tagliarle a fette sottili  di 3- 4 mm con una mandolina per il senso della lunghezza.

– Riscaldare una piastra di ghisa e  grigliare le zucchine su entrambi i lati.

  -Tagliare la provola a fette, in alternativa, potete utilizzare anche la mozzarella.

2.

-Ungere una teglia da forno con dell’olio di oliva, pangrattato ed iniziare con gli strati.

– Mettere sopra le zucchine, uno strato di prosciutto cotto e qualche fetta di provola. Insaporire con una manciata di pepe, sale e un filo d’olio.

– Coprire con un altro strato di zucchine, prosciutto e provola , fino a terminare tutti gli ingredienti.

 – Terminare l’ultimo strato  solo con le zucchine,  pangrattato,  olio di oliva e parmigiano grattugiato così da favorire la formazione della crosticina durante la cottura.

3.  

Cuocere la parmigiana di zucchine in forno preriscaldato a 200° per circa 20-30 minuti,  controllando che le zucchine siano morbide. Sfornare e lasciare raffreddare completamente, prima di  servire.

 Zucchine, vitamine e sali minerali  

Le zucchine sono una fonte importante di sali minerali e di vitamine.  Tra le vitamine segnaliamo la vitamina A, vitamine del gruppo B (in particolare B1, B2, B3, B5, B6) e vitamina C. Tra i sali minerali indichiamo: potassio, calcio, fosforo e manganese.

Le zucchine sono un alimento particolarmente indicato per chi vuole dimagrire perché contengono pochissime calorie: ogni 100 grammi di zucchine contiene solo 12 calorie.

Plumcake cioccolato e pere. Ricetta per riutilizzare le uova di Pasqua.

Spesso, dopo le festività pasquali ci troviamo con una grande quantità di cioccolato da smaltire. Mangiare tutto in pochi giorni non è possibile, ma si può conservare il cioccolato rimasto in un barattolo di vetro ben chiuso e successivamente utilizzarlo per preparare dei dolci.
Vediamo insieme  una delle tante ricette con cui è possibile utilizzare  la cioccolato delle uova di Pasqua.

 Plumcake cioccolato e pere

E’ un dolce soffice e goloso, che può essere gustato sia a colazione che a merenda, accompagnato da una tazza di latte o da un  succo di frutta. Il gusto di questo cake è delizioso ma, come per tutti i dolci con la frutta, è necessario consumarlo entro tre giorni.

  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 60 min
  • Tempo totale: 1 h 30 min
  • Difficoltà: facile

Ingredienti per il plumcake cioccolato e pere

Dosi per 8 persone:

  • Uova
  • 200 g di Zucchero (anche di canna)
  • 250 g  di Farina 00 (o quella che preferite)
  • 10 g di Lievito In Polvere Per Dolci
  • 200 g di Burro ammorbidito
  • Pere abate
  • 160 g di Cioccolato Fondente
  • 30 g di Cacao amaro
  • 200 ml di Latte
  • Un cucchiaino di Miele millefiori

Preparazione

1. Mettere le scaglie di cioccolato fondente in un contenitore e sciogliere  a bagnomaria.

2.Nel frattempo, in una terrina preparare tutti gli ingredienti secchi setacciando la farina, il lievito e il cacao amaro.

3.In una ciotola, montare con una frusta  elettrica  il burro con lo zucchero  fino ad  ottenere un composto chiaro. Aggiungere le uova, uno alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta, il miele ed infine il cioccolato fuso.

4. A questo punto unire le farine al resto del composto ed amalgamare.  Aggiungere il latte  e mescolare  bene il tutto.

5. Sbucciare le pere avendo cura di non rompere il picciolo, tagliare la parte inferiore creando una base.

6. Versare delicatamente il composto all’interno di uno stampo da cake imburrato ed infarinato e livellarlo con una spatola.

7. Inserire le tre pere senza farle toccare il fondo.

8. Cuocere a 170° in forno statico  per circa 50 minuti. Spostare in modalità ventilata e  cuocere ancora  per altri 10 minuti.

9. Per controllare lo stato di cottura, eventualmente fare la prova stecchino. Questo per verificare che sia cotto prima di sfornare.

10. Togliere il plumcake dal forno e lasciarlo raffreddare completamente per almeno quattro ore .

11. Trascorso questo tempo, girare il plumcake aiutandovi con le mani, stando attendi a non rovinare i piccioli.

12. Spolverare con poco zucchero a velo, tagliare a fette in corrispondenza delle pere e servire.

 

Note

Se amate il gusto delle pere, potete anche aumentare la quantità da 3 a 5. Il plumcake risulterà ancora più morbido e delizioso.

Colomba salata di Pasqua

La colomba salata è una deliziosa torta rustica Pasquale morbida e delicata, proprio come una brioche. E’ un’ottima alternativa alla classica colomba pasquale. La preparazione della colomba salata è semplice, occorre un  classico  lievito di birra fresco e un ripieno di prosciutto e formaggio.

INGREDIENTI PER 8-10 PERSONE

250 gr di farina 00
250 gr di farina manitoba
200 ml di latte
uova (intere)
1 cucchiaio di zucchero
100 gr di burro (ammorbidito)
20 gr di lievito di birra (fresco)
30 gr di parmigiano (grattugiato)
100 gr di prosciutto cotto (a cubetti)
100 gr di pancetta (a cubetti)
100 gr di provola (o scamorza)
100 gr di Emmental (o groviera)
10 gr di sale

Per Spennellare:

tuorlo d’uovo
1 cucchiaio di latte

Per Decorare:

q.b. di mandorle (senza pellicina)
q.b. di semi di sesamo (bianchi e neri)

STRUMENTI UTILIZZATI

  • Impastatrice o Planetaria
  • Stampo per Colomba da 1kg

PROCEDIMENTO DETTAGLIATO PER REALIZZARE LA COLOMBA SALATA

1. Per preparare la colomba salata è necessario procedere con  l’impasto: in una ciotola capiente mettere le due farine. Aggiungere lo zucchero, il sale  e  mescolare  gli ingredienti. Unire il latte nel quale avrete sciolto il lievito di birra sbriciolato, le uova e il parmigiano grattugiato.

2. Lavorare tutti gli ingredienti con l’ impastatrice o planetaria fino a compattarli e farli incordare. Quando le uova e il latte saranno ben incorporati, unire il burro morbido a pezzi, un po’ per volta, aggiungerne altro solo dopo che il precedente è stato del tutto assorbito. Completare l’operazione di assorbimento del burro e continuare ad  impastare il tutto.

3. Terminata questa fase, mettere l’impasto in una ciotola unta con poco burro, coprirlo con una pellicola trasparente  e lasciarlo lievitare  in un luogo riparato da correnti d’aria (es. dentro il forno spento) per  3-4 ore, fino a quando avrà triplicato il suo volume.

4.Trascorso questo tempo, trasferire l’impasto sul piano di lavoro leggermente  infarinato e stenderlo ad uno spessore di circa 1 centimetro, in maniera da ottenere un rettangolo. Cospargere salumi e formaggi, tagliati a pezzi piuttosto piccoli e lavorate bene l’impasto per amalgamarlo.

5. Suddividere l’impasto in tre parti, una abbastanza grande che servirà per il corpo e due più piccoli per le ali.

6. Sistemare tutto  l’impasto  in uno  stampo per colomba e lasciarlo  lievitare  in un luogo ben  riparato fino a quando raggiunge 1 cm di bordo.

7. Una volta che sarà lievitato spennellare la superficie con il tuorlo d’uovo sbattuto con il latte e ricoprire con i semi di sesamo e mandorle.

8.Cuocere la colomba in forno pre-riscaldato a 180° per 45 minuti circa. Se vi accorgete, durante la cottura che la colomba si scurisce eccessivamente in superficie, coprirla con un foglio di alluminio, in modo da evitare che si crei una crosta troppo scura. Quando è pronta (fare la prova dello stecchino)  spegnere il forno, lasciarla intiepidire per qualche minuto e poi estraetela.

9.  Lasciarla raffreddare bene e servire.

La cucina Laziale: le penne all’arrabbiata

Le penne all’arrabbiata sono un  piatto tipico della cucina romana.

Si tratta di un primo piatto semplice  e veloce da preparare, dove la pasta di grano duro, in genere penne, viene condita con sugo di pomodoro piccante e arricchito con peperoncino fresco o secco.

Come si preparano le penne all’arrabbiata?

Vediamo insieme la ricetta.

Ingredienti (per 4 persone)

Preparazione

  1. Per preparare le penne all’arrabbiata iniziate sminuzzando uno o due peperoncini, avendo cura di rimuovere  i semini interni.
  2. Versate un filo d’olio d’oliva in una padella capiente, dai bordi sufficientemente alti, insieme allo spicchio d’aglio e non appena l’aglio prende colore, aggiungete  i peperoncini tritati e fate insaporire l’olio qualche minuto.  Fate attenzione all’aglio e alla fiamma con cui lo rosolate.
  3. Unite la polpa di pomodoro, nella pentola dove vi sono aglio e olio, salate secondo i vostri gusti e fate cuocere una decina di minuti.
  4. Nel frattempo cuocete le penne in abbondante acqua salata, scolatele al dente e aggiungetele direttamente nella pentola con il condimento.
  5. A questo punto, fate insaporire a fuoco vivace qualche minuto, quindi saltate il tutto mescolando per 1-2 minuti e poi spegnete.
  6. Le  penne all’arrabbiata sono pronte, a vostro gradimento, si possono insaporire con una manciata di prezzemolo fresco o del pecorino grattugiato.

La cucina Laziale: Castagnole di Carnevale

Le castagnole sono dolci tipici preparati nel periodo di carnevale, e prevedono un impasto a base di farina, zucchero, uova e burro.   Possono essere cotte al forno o fritte. Le castagnole sono diffuse in molte zone d’Italia e chiamate con nomi differenti: c’è chi le chiama bombe, chi frittelle ma il nome “castagnola” deriva dal fatto che somigliano a delle piccole castagne.

Le origini delle castagnole

Tra la fine del Settecento, in un manoscritto trovato negli Archivi di Stato di Viterbo, si parla per la prima volta di castagnole.  Secondo alcune fonti, sembrerebbe che già i D’Angiò conoscevano questo dolce, chiamato però struffolo, la cui descrizione corrisponde perfettamente alle più note castagnole.

 Ecco i passaggi e gli ingredienti per preparare le castagnole.

 

 

Ingredienti per 6/8 persone

  • Uova 4
  • Burro 80 gr (morbido)
  • Limone 1
  • Zucchero 100 g
  • Sambuca 1 bicchierino da liquore
  • Farina  tipo 00 400 g
  • Sale marino :un pizzico
  • Lievito per dolci 1 bustina

  Per friggere

                  Olio  di semi di d’Arachide 1-2 litri

Per farcire

                 Zucchero a velo 

 

Come si preparano le castagnole di Carnevale?

1. Prendere una scodella di dimensioni adeguate e versare il burro tagliato a dadini, lo zucchero e poi le uova, una alla volta,  aggiungendo altro uovo solo quando il precedente è stato  assorbito.

2.  Mescolare bene e unire la buccia grattugiata del limone, il sambuca, il  sale, la farina e la bustina di lievito. Mescolare gli ingredienti fino a farli amalgamare, aiutandovi con una forchetta o un mestolo di legno fino  ad ottenere un panetto morbido.

2. Poggiare l’impasto su un piano da lavoro leggermente infarinato, tagliarlo in parti uguali e creare dei cilindri di pasta dallo spessore di circa due cm di diametro, modellandoli con le mani.

3.Tagliare con un coltello i cilindri a pezzetti e disponeteli sul tavolo separatamente per non farli attaccare tra loro.

4.Modellare ciascuna porzione con le mani in modo da ricavare delle sfere.  

5. In una padella, far scaldare abbondante olio di semi di arachide e non appena sarà arrivato alla temperatura di 170°immergere ,  poche sfere per volta, girandole di continuo  finché non risultino uniformemente dorate.

6. Toglierle dall’olio con l’aiuto di una schiumarola e farle scolare una per volta su un piatto ricoperto di carta assorbente.

7. Prima di servirle, spolverare sopra un po’ di zucchero a velo.

Varianti

Le castagnole vengono servite con lo  zucchero a velo o bagnate con l’alchermes e poi ripassate allo zucchero. Le castagnole al cioccolato sono una  variante molto golosa, in questo caso, si aggiunge il cacao in polvere e le gocce di cioccolato all’interno dell’impasto.

 Consigli

Per fare delle castagnole morbide:

1. Il burro utilizzato deve essere ammorbidito precedentemente.

2. L’olio per friggere deve essere caldo ma non bollente.