Conte a Venezia: “Stato di emergenza, il Mose va finito”

Il presidente del Consiglio ha annunciato la dichiarazione di stato di emergenza per la città e lo stanziamento dei primi fondi

VENEZIA – “Non siamo nella condizione di quantificare” i danni. “E’ un’attivita’ che andra’ fatta con un’istruttoria ad hoc. C’e’ stata avanzata richiesta dal governatore Zaia di dichiarare lo stato d’emergenza”. Oggi “c’e’ un consiglio dei ministri per cosi’ dire tecnico, molto limitato. Possiamo gia’ dire che non ci sono ragioni per negare lo stato di emergenza e stanziare i primi fondi in modo da dare segno di fattiva collaborazione da parte del governo”, ha detto il presidente del consiglio Giuseppe Conte a Venezia.Video Player00:0000:10

Il Mose e’ “un’opera discussa. C’e’ un dibattito politico e ci sono polemiche che si trascinano da anni. Ma siamo in dirittura finale. Siamo al 93 per cento di realizzazione”, ha detto poi Conte, ieri sera.

«Agenzia DIRE» e l’indirizzo «www.dire.it» . Alfonso Raimo