Contestazioni del Ministero dell'Economia e finanze, presentata istanza di accesso civico


Notice: Trying to get property 'post_excerpt' of non-object in /home/ilgiorna/public_html/wp-content/themes/mh-newsdesk/includes/mh-custom-functions.php on line 123
Abbiamo presentato istanza di accesso civico per capire cosa ha fatto il Comune di Anzio in merito alle contestazioni risalenti a luglio 2015 da parte del Ministero dell’Economia e delle finanze (Ragioneria generale dello Stato) che  aveva rilevato irregolarità e disfunzioni, respingendo buona parte delle risposte fornite dall’amministrazione comunale.
Si chiedeva, tra l’altro, di recuperare delle somme irregolarmente erogate e intervenire su vicende organizzative dell’ente.
Sono trascorsi quasi due anni e il sindaco non ha mai sentito l’esigenza di riferire in consiglio comunale, né gli eletti si sono preoccupati di chiederlo come sarebbe loro compito. Eppure il Comune era chiamato a recuperare delle somme importanti e ad apportare correttivi su alcune questioni.
Nel silenzio della politica di casa nostra, proviamo ad avere risposte come semplici cittadini, chiedendo:
1) le disposizioni date dal sindaco;
2) le misure  adottate dagli uffici;
3) le iniziative messe in atto per il recupero delle somme dovute al Comune di Anzio.
Chiara Di Fede
Giovanni Del Giaccio
Guido Fiorillo
Francesco Leone
Giulio Verdolino