Coronavirus, Salvini: “No all’obbligo per il vaccino, io per la libertà di scelta”

Coronavirus, Salvini: “No all’obbligo per il vaccino, io per la libertà di scelta”

Il leader della Lega: “Chi parla di emergenza senza emergenza non ama l’Italia”

ROMA – Il futuro vaccino per il CoVid19? “Io sono sempre per la volontarieta’, sono sempre perche’ la gente possa scegliere. La gente se informata, se educata… gli italiani scelgono e scelgono bene. Quello che mi suona come obbligatorieta’ suona sempre male”. Matteo Salvini, segretario della Lega, lo dice in collegamento dalla Versilia con ‘Agora’ estate’ su Rai3

SALVINI: ITALIANI RISPETTANO NORME, MIGRANTI SE NE FOTTONO

Per quel che riguarda le normative anti-trasmissione del CoVid19 “gli italiani stanno rispettando alla virgola le norme” mentre “centinaia” di migranti “stanno vagando per l’Italia fottendosene di tutto e di tutti”.

“Il problema non sono gli aperitivi o i nonni a passeggio con i cagnolini- dice Salvini– ricordo sottovoce che 15mila immigrati sono sbarcati quest’anno e centinaia di questi stanno vagando per l’Italia fottendosene di tutto e di tutti, e le mascherine le hanno viste a carnevale probabilmente dieci anni fa”.

E allora “non e’ possibile chiedere sacrifici agli italiani, che lo fanno, entra in negozio uno alla volta- elenca Salvini– bevi il caffe’ uno alla volta, non star troppo vicino a quello di fianco, e la mascherina sul treno, e la mascherina sull’autobus, quando ieri ci sono stati sei sbarchi a Lampedusa”.

SALVINI: CHI PARLA DI EMERGENZA SENZA EMERGENZA NON AMA ITALIA

Per quel che riguarda la pandemia da CoVid19 “mi sembra chiaro ed evidente che chi vuole continuare a parlare di emergenza in assenza di emergenza non ama l’Italia, non fa bene all’Italia”.

“Mi sembra che gli italiani abbiano dimostrato un buonsenso incredibile, uno spirito di generosita’, solidarieta’, rispetto, sacrificio che sia di esempio al resto del mondo- prosegue Salvini– pero’ adesso, visto che i numeri lo dicono, mi pare che vivere, lavorare, camminare sorridere, amarsi quanto piu’ normalmente possibile sia un sacrosanto diritto”.

DIRE» e l’indirizzo «www.dire.it»