Coronavirus, “Tutti insieme verso il vaccino”: la campagna As.tro per l’ospedale Spallanzani è arrivata a 187 mila euro

Coronavirus, “Tutti insieme verso il vaccino”: la campagna As.tro per l’ospedale Spallanzani è arrivata a 187 mila euro

187mila euro è la cifra raccolta, ad oggi, grazie alla campagna “Tutti insieme verso il vaccino” a sostegno della ricerca, ideata e realizzata da Assotrattenimento 2007 – As.tro, associazione di aziende che si occupano di intrattenimento, e avviata sulla piattaforma Go Fund Me nel mese di marzo. La raccolta fondi proseguirà ancora per altri 60 giorni con lo scopo di attuare un’efficace strategia di prevenzione contro la malattia COVID-19, basata sull’individuazione di un vaccino in grado di prevenire l’infezione. Questo l’obiettivo dell’alleanza tra Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani”, IRCCS (INMI) e ReiThera S.r.l., che fornirà la tecnologia per accelerare lo sviluppo del progetto di ricerca.

«Siamo molto orgogliosi del risultato ottenuto finora, ma siamo certi che ancora molto può essere fatto ed è questo il motivo che ci ha spinti a prorogare la raccolta per i prossimi due mesi. Voglio ringraziare tutte le aziende della filiera As.tro e i privati che hanno contribuito a questo grande progetto che vede l’associazione in prima linea nel supporto alla ricerca per il vaccino. Da anni operiamo nel mercato italiano per assicurare momenti di condivisione tra clienti e associati; oggi più che mai, dunque, siamo particolarmente sensibili a questa situazione di emergenza», ha detto Antonio Vallese, creatore e gestore dell’iniziativa per conto di As.tro. 

I valori fondanti e imprescindibili per l’industria di cui Astro fa parte, sono alla base della scelta di avviare una raccolta di donazioni per arrivare, così come sottolineato dal claim della campagna, tutti insieme al vaccino. La scelta dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” (INMI), è ovvia e doverosa, visto l’impegno, la dedizione e il sacrificio che l’Istituto impiega da sempre in prima linea nella lotta alle malattie infettive. RED/Agipro