Debutta Icemash: una app per avvicinare e far dialogare le persone

L’applicazione, creata da un team di giovani, è pensata per portare direttamente gli utenti, una volta confermato il reciproco interesse, a parlarsi vis-a-vis invece che spendere ore ed ore in chat

Musica, socializzazione, mare, vacanze. Così a Forte dei Marmo, nello storico locale “La capannina di Franceschi”, è partita l’avventura di Icemash: un’applicazione mobile che si propone di rivoluzionare il mondo del dating, l’incontro online fra persone sconosciute. A realizzarla, un team di esperti tutti giovanissimi.

Già disponibile per il download sia per Ios sia per Android, è stata presentata al pubblico in occasione della serata-concerto, sulla riviera toscana, di Guè Pequeno, tra gli artisti più innovativi e originali del panorama nazionale, giurato di The Voice of Italy e leader dei Club Dogo.

L’obiettivo degli sviluppatori della app è permettere agli utenti di rompere il ghiaccio (da qui il nome inglese) con altre persone che si trovano nelle immediate vicinanze, eliminando al tempo stesso il velo di imbarazzo che spesso impedisce il normale approccio. Grazie alla geolocalizzazione e a una votazione anonima dei profili degli altri utenti che permette di valutare automaticamente il grado di affinità, Icemash segnala chi potrebbe gradire di entrare in contatto e si trova nel raggio di 300 metri. Solo in questo caso e solo fino a 15 minuti dopo che l’altra persona abbia deciso di allontanarsi dal raggio di azione è possibile avviare una chat, che si cancella quando le due persone si allontanano.

A differenza di qualsiasi app di dating, quindi, il tempo che trascorrerà tra primo incontro online e primo incontro vis-a-vis sarà estremamente ridotto, nell’ordine dei minuti, se lo si desidera. Inoltre, la necessaria vicinanza degli utenti esclude di fatto la possibilità che esistano profili fake, rendendo l’esperienza di Icemash, paragonata a quella delle altre app di dating, oltremodo sicura.

Icemash è un ritorno al passato: non più tempo interminabile trascorso dietro lo schermo, bensì più spazio al dialogo e al tempo di qualità con gli altri.

Dietro alla app vi sono l’esperienza e l’inventiva di tre giovani: Andrea Gonzini, 26 anni, di Brescia, ideatore di Icemash, ingegnere e barman, con un passato nella ristorazione che gli ha permesso di fare importanti esperienze all’estero; Giulio La Greca, 30 anni, di Catania, due lauree, esperienze lavorative all’estero, responsabile dell’hotel in cui lavorava Gonzini, con cui si getta nell’impresa di creare la rivoluzionaria app; Nicole Cesareo, 26 anni, di Monza, giornalista, autrice per Mediaset e organizzatrice di eventi, l’addetta alla comunicazione della squadra.

La app e le necessarie informazioni sono disponibili collegandosi a https://www.icemashapp.com.