Festa delle zucche vuote

L’ignoranza si sa, è una brutta bestia. Eppure, nonostante i tempi dell’era mediatica dell’informazione no stop, c’è gente che festeggia Halloween convinta di partecipare ad un’innocua festa in maschera. Se gli amanti dell’horror, o meglio, del cattivo gusto, dedicassero meno tempo alle amenità di certuni social network, scoprirebbero che Halloween non è solo un modo innocuo di divertirsi, ma inquietante “altro”. In realtà, Halloween è qualcosa in più di un’anacronistica festa pagana celtica a cui sono stati aggiunti elementi magico goliardici, ma porta d’accesso al mondo dell’occulto. Gli autori dell’ingannevole festa, sono gli adoratori del Diavolo che non a caso nei loro testi esoterici definiscono Halloween : “Il giorno più magico dell’anno, il capodanno di tutto il mondo esoterico, la festa più importante dell’anno”. L’esorcista Padre Amorth aveva ripetutamente messo in guardia i genitori a non far partecipare i figli alla festa delle zucche vuote, ma vista la modernità dei tempi e soprattutto per l’effetto zucche vuote, è probabile, anzi certo, che mamma e papà si prodigheranno per la riuscita della sulfurea festicciola. Belzebù ringrazia.
 
Gianni Toffali