1 dicembre Carcerati di Ferrara chiudono loro Giubileo con flash mob per il Papa

“Papa Francesco sarai con noi?”
E’ questo l’invito rivolto al Papa dai detenuti del Carcere di Ferrara che l’1 dicembre realizzeranno un flash mob in suo onore, per festeggiare simbolicamente la chiusura del Giubileo.

Video detenuto sudamericano che invita il Papa: https://youtu.be/iOSYyqtJaRg
(NB: ci scusiamo per il commento postato al video da tale “Primo Carnera Casapound Italia”, per il contenuto espresso, da cui ci dissociamo; ma non riteniamo comunque corretto e democratico censurarlo)

Sarà un evento storico in quanto si tratta del primo flash mob in assoluto realizzato all’interno di un carcere maschile italiano.

Carcerati di tutto il mondo (in numero di 70, che hanno aderito spontaneamente a questa iniziativa) europei, africani, americani, asiatici e dal diverso credo religioso cattolici, musulmani e ortodossi, danzeranno, uniti, sulle note di “POPE IS POP”, un’inedita canzone funky dedicata ad un Papa così sui generis e “pop”, per il suo modo di essere “popolare”, così vicino ed in mezzo alla gente e anche così legato alla tematica dei carceri e dei detenuti.

E’ un segnale forte della possibilità della convivenza delle “diversità”: un microcosmo così problematico come quello di un carcere crea un modello comportamentale di civiltà.

L’evento si svolgerà giovedì 1 dicembre 2016, presso il Teatro della Casa Circondariale Costantino SATTA di Ferrara, dalle ore 10 del mattino.

Il programma prevede la conferenza stampa di presentazione, a seguire il balletto dei detenuti, poi spazio per realizzare interviste ai detenuti stessi ed agli organizzatori (Provveditore Regionale Amministrazione Penitenziaria Dott.ssa Ilse Rusteni, Dir. Carcere Paolo Malato, Vice Comm. Annalisa Gadaleta, Dott.ssa Onofri Loredana Resp. Area Educativa, Igor Nogarotto autore di “POPE IS POP”, Roberta Micci coreografa) ed un rinfresco finale offerto dall’Istituto Alberghiero di Ferrara Orio Vergani.