Fumata nera, sempre più lontana la candidatura a Sindaco per Pietro Bianchini

Fumata nera, sempre più lontana la candidatura a Sindaco per Pietro Bianchini

Trevi Nel Lazio / Nasce una nuova creatura politica “Unione e Cambiamento”, senza un leader e senza un programma

L’incontro pubblico di ieri,  annunciato dal gruppo “Trevi Volta Pagina”, guidato dal consigliere di minoranza Pietro Bianchini (nella foto), aveva alimentato  in quella parte della comunità trebana  legata a lui, la speranza dell’ufficialità della candidatura a Sindaco dello stesso consigliere , invece nulla di fatto, “la montagna non ha partorito il topolino neanche questa volta”.  A 46 giorni dalla presentazione delle liste per le amministrative di settembre, nell’incontro di ieri del gruppo di minoranza, un annuncio è stato fatto, ossia la nascita di una nuova creatura denominata “Unione e Cambiamento” , che non ha un leader, e neanche una progettualità e questo già la dice lunga sulla sostanza. “Infatti  –commentano alcuni sostenitori di Bianchini molto delusi-  ci si aspettava almeno che questa nuova creatura includeva  in se  un programma, con concetti chiari su quello che si vuole fare nella possibilità di amministrare il paese, ma nulla, solo un mare di chiacchiere e luoghi comuni e sinceramente visto che sono intervenuti un consigliere di minoranza Pietro Bianchini ed un ex Assessore Vincenzo Cecconi (ex Amministrazione Schina)  dunque  personaggi che conoscono la macchina amministrativa, ci si aspettava di più, invece il nulla totale. Se questi sono i presupposti per amministrare un territorio, una collettività, allora siamo al disastro più totale. Qualcuno ha parlato di una pre strategia, ma in questa  situazione di strateghi non si vede neanche l’ombra,  si vedono due personaggi che ambiscono entrambi alla candidatura a Sindaco, ma non trovano equilibrio  tra loro, e stanno prendendo tempo nell’annunciare il candidato perché appunto neanche loro   lo sanno”.  Dunque qual è stato l’esito di quest’incontro?  “Che è nata una creatura politica, -continuano- che non ha un simbolo, che non ha un leader, che non ha un programma,  un’immagine di grande instabilità, e con queste basi  pretendono di gestire  Trevi? Ma ci prendono per stupidi!  Altra cosa che è emersa dall’incontro, che forse Pietro Bianchini non  sarà più il candidato a Sindaco, i suoi 5 anni di opposizione non sono stati apprezzati, e questo è molto significativo. Speravamo in Pietro, ma si sta dimostrando  una delusione, non riesce ad imporre il suo ruolo ”.  Intanto il tempo scorre,  e non c’è un candidato a Sindaco da contrapporre al Sindaco uscente Silvio Grazioli, ed è importante capire che  amministrare una comunità è una  cosa seria, l’approssimazione, la superficialità,  le banali strategie, non servono a nulla, se non a modellare una sembianza   negativa .