Giornata del Ricordo: “Comprendere la storia attraverso la voce degli esuli e film “Red land” nelle scuole

Giornata del Ricordo: “Comprendere la storia attraverso la voce degli esuli e film “Red land” nelle scuole

L’appello di Conti (FIG)

L’appello di Conti FIG Frosinone ai presidi e professori delle scuole delle Provincia Comprendere la storia d’Istria, Fiume e Dalmazia, non è compito semplice, tutt’altro. Una storia a lungo taciuta culminata assieme alle grandi Sofferenze patite da queste popolazioni per aver voluto e scelto, sempre e comunque, la Patria Italiana. Una storia culminata purtroppo nella più grande tragedia che l’Italia abbia dovuto affrontare dai tempi della sua unificazione, e cioè il dramma delle Foibe e della migrazione forzata, il grande Esodo di oltre 300.000 Italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia privati di tutto, dei loro beni e dei loro diritti, nostri concittadini deportati e torturati, che abbandonarono per sempre le proprie terre sottoposte

Giornata del Ricordo: “Comprendere la storia attraverso la voce degli esuli e film “Red land” nelle scuole

all’occupazione militare e poi alla giurisdizione del regime comunista jugoslavo dopo la seconda guerra Mondiale. Matteo Conti esponente FIG Frosinone:’Nella giornata del Ricordo celebriamo una tragedia italiana a lungo dimenticata. Conservare la memoria è, per definizione, un compito che non ha mai fine e che deve impegnare le generazioni future: perché senza storia, senza memoria, non si costruisce futuro né si evita che gli errori e gli orrori del passato. Bisogna ricordare e rendere onore ai nostri connazionali vittime delle foibe e agli istriani, fiumani e dalmati costretti all’esodo dalle loro terre.” L’appello di Conti? Nel nostro piccolo, vogliamo dare il nostro contribuito e fare un appello ai presidi e ai professori dei nostri istituti della provincia di Frosinone di favorire la conoscenza tra gli studenti e stimolarne la riflessione, attraverso, la voce degli esuli e magari, la visione del film “Red Land” che racconta in modo eccezionale la storia di quanto avvenne sul confine orientale e le storie dei protagonisti di quegli anni. Continua Conti – Dare voce a un dolore inespresso, è quanto si propone, nello spirito della legge istitutiva del 10 febbraio, Giorno del ricordo, che prevede iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado, non è solo un doloroso omaggio al passato, ma un doveroso monito per il futuro. E’, questo dedicato anche a tanti Italiani che ancora non sanno – Conclude Matteo Conti esponente FIG Frosinone.