INTERPELLO DEL MINISTERO DELL’AMBIENTE E NON BANDO

INTERPELLO DEL MINISTERO DELL’AMBIENTE E NON BANDO

REPLICA A STAMPA ROMANA

In riferimento alla nota dell’Associazione Stampa Romana relativa a un presunto “Bando illegittimo per ufficio stampa” emanato dal Ministero dell’ambiente, spiace non vi sia stata nemmeno una richiesta di chiarimento. Avremmo avuto modo di spiegare che si trattava di un interpello (e non un bando) interno alla Pubblica amministrazione e, per rimanere in ordine a quanto stabiliscono le norme, è stato fatto facendo riferimento al DPR n. 422 del 2001, attuativo come noto anche dell’articolo 9 della legge n. 150 del 2000, secondo il quale il requisito dell’iscrizione all’ordine dei giornalisti è previsto solo nel caso in cui il personale sia impiegato nell’esercizio delle attività di informazione nell’ambito degli uffici stampa.
L’interpello è aperto a tutti i dipendenti di ruolo della PA e improntato ai principi di trasparenza e pubblicità, nonostante l’individuazione del personale assegnato agli uffici di diretta collaborazione del ministro (UDCM), per le finalità intrinseche dell’ufficio, sia frutto di scelta discrezionale. L’oggetto dell’interpello, nello specifico, è finalizzato a individuare due unità di personale di cui verrà valutata, a seconda del profilo professionale, l’eventuale assegnazione alle attività di informazione o ad altre attività connesse a quelle generali dell’ufficio stampa, come detto, nel rispetto della normative.

Be the first to comment on "INTERPELLO DEL MINISTERO DELL’AMBIENTE E NON BANDO"

Leave a comment

Your email address will not be published.