La fine del mercato tutelato per l’energia slitta al 2022: ecco tutte le misure della manovra giallorossa

La fine del mercato tutelato per l’energia slitta al 2022: ecco tutte le misure della manovra giallorossa

Ecco le misure più importanti approvate in commissione alla legge di Bilancio dopo una maratona di 14 ore per votare tutti gli emendamenti

ROMA – La fine del mercato di maggior tutela per l’energia elettrica slitta da luglio 2020 al 1° gennaio 2022. Lo prevede un emendamento alla manovra approvato in commissione Bilancio a prima firma Pirro (M5s). Il testo prevede anche che entro 90 giorni saranno “fissati i criteri” per “l’iscrizione e la permanenza” dei soggetti fornitori sul mercato per garantire “la tutela dei consumatori”.

Inoltre, cala la plastic tax e viene rinviata a luglio. La sugar tax scatterà a ottobre mentre la stretta sulle auto aziendali sarà a partire da luglio e riguarderà le nuove immatricolazioni. La Robin tax aumenta al 3,5% per i concessionari di autostrade, porti, aeroporti e ferrovie. Salgono le clausole di salvaguardia sulle accise sui carburanti a partire dal 2021. Arriva al 20% il prelievo sulle vincite oltre i 500 euro e restano le detrazioni al 19% per le spese sanitarie per tutti, senza vincoli di reddito.

Sono queste le misure più importanti approvate in commissione alla legge di Bilancio dopo una maratona di 14 ore per votare tutti gli emendamenti e dare il mandato al relatore.

Ecco le principali novità:

– PLASTIC TAX: L’imposta entrerà in vigore da luglio e passa da 50 centesimi a 45 cent al kg. Esclusi i prodotti in plastica riciclata e quelli composti da più materiali che abbiano una componente di plastica inferiore al 40%. La tassa si applica anche sul tetrapak.

– ROBIN TAX: L’addizionale Ires sale del 3,5% (dal 24 al 27,5% fino al 2021) per i concessionari di autostrade, porti, aeroporti e ferrovie.

– SUGAR TAX: 10 centesimi al litro sulle bevande analcoliche zuccherate. Scatterà dal primo ottobre 2020.

– AUTO AZIENDALI: La stretta sul fringe benefit partirà da luglio 2020 e sarà sulle nuove immatricolazioni.

– CLAUSOLE ACCISE: Dal 2021 sale la portata delle clausole di salvaguardia sulle accise sui carburanti.

– TASSA SULLA FORTUNA: Il prelievo sulle vincite di Gratta e vinci e lotterie oltre i 500 euro sale al 20% a partire da marzo. Per le new slot sopra i 200 euro. Rivisti anche il prelievo erariale unico (Preu) e il payout (al 65%), cioè la percentuale di somme giocate destinate alle vincite.

– SCONTO IN FATTURA: Per gli interventi di riqualificazione energetica di aree comuni dei condomini al posto della detrazione prevista si potrà chiedere direttamente uno sconto in fattura. L’impresa che ha eseguito i lavori (per un importo sopra i 200 mila euro) verrà rimborsata con un credito d’imposta.

– DETRAZIONI SANITARIE ANCHE PER RICCHI: Rimane la detrazione al 19% per le spese sanitarie senza vincoli di reddito.

– BONUS LATTE ARTIFICIALE: Fino a 400 euro, per mamme che non possono allattare neonati non oltre il sesto mese, per l’acquisto di latte artificiale.

– QUOTE ROSA: Salgono dal 30 al 40% nei cda delle societa’ quotate.

– COMUNI: Con una modifica del fondo crediti di dubbia esigibilità cresce la capacità di spesa dei comuni.

– PA: Graduatorie idonei 2011 valide fino a fine marzo e quelle 2012-2017 fino al 30 settembre. Elenchi 2018-2019 con pieno scorrimento per 3 anni. Dal 2020 in poi per 2 anni.

– PREPENSIONAMENTI INPGI: Arrivano le risorse per l’incentivo all’esodo per i giornalisti professionisti iscritti all’Inpgi. Vengono stanziati 7 milioni di euro nel 2020 e 3 milioni l’anno dal 2021 al 2027.

– BOLLETTE PAZZE: Chi le riceverà su luce, gas, telefono e internet avra’ diritto, oltre al rimborso della somma versata, a ricevere il 10 per cento della cifra contestata e comunque per un importo non inferiore a 100 euro.

– VENEZIA: 60 milioni di euro per la manutenzione ordinaria.