L’assurda situazione di Via delle Fragole, che divide i due Comuni

L’assurda situazione di Via delle Fragole, che divide i due Comuni

Piglio, Abbandonata la parte di strada appartenente al Comune, con una grande discarica a cielo aperto

Una vicenda davvero paradossale quella in cui versa via delle Fragole, un tratto stradale che attraversa la località turistica degli Altipiani di Arcinazzo e che la linea di mezzeria , cioè  quella linea longitudinale che scorre in mezzo alla strada, dividendo la carreggiata nelle due  corsie, segna  il confine tra il Comune di Piglio e quello di Trevi Nel Lazio,  Un confine che è facile da individuare, infatti lo scorso anno l’Amministrazione Comunale di Trevi Nel Lazio del Sindaco Grazioli, invitò l’Amministrazione di Piglio del Sindaco Felli, ad intervenire congiuntamente nell’operazione  di asfaltatura della lunghezza di circa 1Km di via delle Fragole, ma per quale strano ed incomprensibile motivo il Comune di Piglio all’inizio disponibile si tirò indietro. Ad  oggi la strada si presenta asfaltata per metà cioè quella ricadente nel territorio di Trevi Nel Lazio, mentre l’altra metà non asfaltata nel Comune di Piglio. Metaforicamente sembra quasi ad evidenziare la parte asfaltata quella che rappresenta un’amministrazione operosa e produttiva, l’altra al contrario rappresenta un’Amministrazione indifferente ed inconcludente.  Ad aggravare quest’ultima considerazione la presenza su quel tratto di strada di una grande discarica a cielo aperto che presenta rifiuti di ogni genere, ingombranti di tutte le dimensioni.  “Sono due mesi  che questa discarica a cielo aperto continua accrescere  –commentano alcuni residenti che attraversano la via–  sono state fatte sollecitazione all’Amministrazione pigliese, che al contrario ha dimostrato  totale disinteresse. Forse dal Comune di Piglio, chi si occupa di ambiente e rifiuti,  non considera questa parte del territorio comunale di Piglio, dove i rifiuti non devono essere raccolti, ma lasciati li “a crescere”, è uno scandalo un’indecenza unica. Vedere poi una parte asfaltata appartenente a Trevi asfaltata, mentre quella di Piglio rovinata con numerose buche, se è questo l’interesse dell’Amministrazione pigliese di tutelare il territorio, allora si è toccato il fondo”.