L’Italia è in ginocchio, l’unica cosa che resta costante sono gli sbarchi degli immigrati

L'Italia è in ginocchio, l'unica cosa che resta costante sono gli sbarchi degli immigrati

Roma, Rufa: “Sono necessari dei rimpatri veloci e interventi contro le imbarcazioni dei trafficanti,  interventi già indicati nei decreti sicurezza-Salvini”

Continuano incessantemente gli sbarchi  sulle coste italiane, in un momento di piena crisi dovuto all’innalzamento dei contagi covid, è illogico che si permetta il continuo sbarco. Il Governo sembra del tutto indifferente o mostra un falso interesse alla problematica, tanto da portare all’esasperazione chi vive in prima persona questa situazione come il Governatore della Regione Sicilia Musumeci, che ha annunciato l’intervento diretto della Regione, se il Governo non si attiva a svuotare gli hotspot al collasso, veri e propri assembramenti “legalizzati”.

 I dati degli sbarchi continuano quotidianamente ad aumentare, conseguenzialmente quindi l’emergenza sociale, sanitaria ed economica si sta complicando un aspetto che viene messo in secondo piano, e verso il quale sembra che l’Italia è stata lasciata nuovamente sola dal resto dell’Europa

Eppure la soluzione è nei decreti sicurezza dell’allora Ministro degli Interni Matteo Salvini. “Sono necessari dei rimpatri veloci e interventi contro le imbarcazioni dei trafficanti –sottolinea il Senatore della Lega Gianfranco Rufa–  interventi chiari e cristallini già indicati nei decreti sicurezza-Salvini che la maggioranza vuole cancellare. L’Italia è stremata  la pandemia  ha messo in ginocchio l’economia, le nostre  aziende e gli  italiani tutti, eppure se c’è una cosa che non ha subito mutamenti alcuni sono i continui sbarchi, poi ci sono gli  immigrati che fuggono dalla quarantena  ed in molti casi portatori positivi al Covid, il tutto nell’indifferenza del Governo, che però ci tiene a processare Salvini , per il semplice fatto di aver difeso il suo Paese. Giungono sulle nostre coste, per nulla provati fisicamente o indeboliti, la tranquillità con cui arrivano è un vero smacco a tutte le nostre leggi, arrivano con l’arroganza di chi impone il proprio stile di vita, in barba a tutti gli italiani ed al rispetto verso un Paese che li ospita. Oltre alla Sicilia, altra indifferenza  vi è sulla questione Lampedusa  dove gli assembramenti nei centri di accoglienza sono anche qui “leciti” –continua ironicamente  il senatore Rufa–  sottolineando la sua irresponsabilità il Governo dimostra incapacità nel gestire il tema degli sbarchi, superficialità nel non ridurre gli assembramenti, ed il non voler ammettere che ci sono dei rischi per la situazione sanitaria, con l’arrivo di migranti portatori di covid. E’ una situazione paradossale, mai vista tanta trascuratezza ed inettitudine nell’affrontare problematiche così importanti, confidiamo in ogni cittadino coscienzioso e stanco di tutto questo, la Lega c’è ed il suo impegno è per tutti gli italiani”.