L’orsa Gaia (JJ4) è libera, Costa: “Oggi ha vinto il buon senso”

L’orsa Gaia (JJ4) è libera, Costa: “Oggi ha vinto il buon senso”

Il Consiglio di Stato ha accolto il nuovo ricorso per la liberazione dell’esemplare dal recinto di Casteller, a sud di Trento

Oggi ha vinto il buon senso e la libertà: il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso contro la cattura dell’orsa Gaia (JJ4). Non posso che ringraziare le associazioni che portano avanti queste battaglie che noi vogliamo sostenere e per le quali noi, attraverso l’avvocatura dello Stato, ci siamo costituiti al loro fianco. Gaia è un’orsa che a seguito ha tre cuccioli e la sua cattura sarebbe stata un enorme problema per la vita dei piccoli”. Sergio Costa, ministro dell’Ambiente, lo scrive su Facebook commentando la decisione del Consiglio di Stato che ha accolto il nuovo ricorso presentato da Enpa e Oipa per la liberazione dell’orsa Gaia/JJ4 dal recinto di Casteller accogliendo la sospensiva dell’ordinanza del presidente della Provincia Autonoma di Trento, Maurizio Fugatti che la condannava all’ergastolo in gabbia. “Molti di voi, ogni giorno sia pubblicamente che in privato mi chiedono di intervenire per liberare questi orsi. Fosse per me non solo lo avrei già fatto ma addirittura non sarebbero mai finiti in gabbia- dice Costa- Se io e il ministero dell’Ambiente avessimo gli strumenti per evitare questa ingiustizia, statene certi, lo avremmo gia’ fatto. Ma la Provincia di Trento è una provincia autonoma, il che significa che su molti temi puo’ agire, appunto, in autonomia, senza rendere conto al resto dello Stato. Cio’ non significa che io sia rimasto a guardare o che me ne voglia lavare le mani: non sarebbe giusto e non e’ nel mio spirito”.

Roberto Antonini.  fonte «Agenzia DIRE»