L’UGL SANITA’ SCENDE IN CAMPO A TUTELA DEI LAVORATORI DEL SETTORE

L’UGL SANITA’ SCENDE IN CAMPO A TUTELA DEI LAVORATORI DEL SETTORE

L’UGL Sanità si è mobilitata da ieri, martedì 14 gennaio 2020, a sostegno dei lavoratori della Sanità attraverso un calendario di iniziative dal titolo: “Personale gratificato e tutelato, servizio all’utenza migliorato”.
A presentare l’iniziativa, in un comunicato congiunto, sono Gianluca Giuliano, Segretario Nazionale dell’UGL Sanità e Valerio Franceschini, Segretario UGL di Roma e Provincia. “La nostra Organizzazione Sindacale – dichiarano – ha deciso di scendere in campo a sostegno dei lavoratori della sanità. Il modo migliore per farlo è attraverso una serie di iniziative che ci vedono impegnati in prima persona al fianco di tutti coloro che ogni giorno tengono a galla la barca del nostro Servizio Sanitario Nazionale.

Il primo di questo lungo ciclo di eventi si è svolto ieri presso i presidi ospedalieri della Asl 1: Santo Spirito, Oftalmico e San Filippo Neri. L’iniziativa, che abbiamo denominato: “Personale gratificato e tutelato, servizio all’utenza migliorato” verte su tutti i temi che reputiamo fondamentali per migliorare le condizioni di lavoro di coloro che sono impiegati nel comparto sanitario e di conseguenza a migliorare il servizio reso ai cittadini. Noi riteniamo che i tagli ai servizi e una mancata pianificazione sulle assunzioni del personale, nonché il ricorso alle esternalizzazioni, abbiano portato la sanità pubblica al collasso. Vogliamo veder riconosciuti i diritti del personale e chiediamo alle istituzioni politiche in grado di garantire i servizi sanitari per il futuro. Dare certezze agli operatori sanitari di ogni ordine e grado vuol dire erogare servizi di qualità ed efficienti all’utenza.
Nello specifico, durante queste iniziative di protesta, si è parlato e si parlerà dello sblocco del turn over, di fermare la catastrofica deriva delle esternalizzazioni selvagge, di ridurre le liste d’attesa, di contrastare le privatizzazioni come quella dell’Ares 118, di aumentare gli investimenti per l’edilizia sanitaria, di innovare e rinnovare le apparecchiature mediche e chiederemo a gran voce l’istituzione del registro degli oss. Tutte questioni che reputiamo di importanza capitale per il futuro del comparto e dei cittadini che ne usufruiscono”.

Quello che ci aspetta sarà un lungo tour della Sanità e dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, per portare la nostra presenza, la nostra voce e le nostre idee, settimana dopo settimana, presso numerose strutture. Ci potrete trovare presso le strutture ospedaliere delle ASL 2, 3, 4, 5 e 6, presso le Aziende Ospedaliere quali il Sant’Andrea, il Policlinico Umberto I e l’Azienda Ospedaliera San Giovanni per poi proseguire nelle altre provincie. Saremo negli ospedali della Asl di Latina, Viterbo, Frosinone e Rieti, coprendo praticamente tutte le strutture pubblici. Un progetto ambizioso che siamo certi potrà contribuire a migliorare le condizioni di chi oggi lavora nella Sanità e la qualità dei servizi di chi ne usufruisce