Mes, Salvini attacca Conte: “Vergogna”. Scoppia la bagarre, seduta sospesa

“E’ seduto lì chi sta mettendo a rischio i risparmi degli italiani” dice Matteo Salvini, intervenendo in aula al Senato sul Mes

ROMA – “Sul Mes o ha mentito Gualtieri, o ha mentito Conte, o non ha capito Di Maio. Se qualcuno ha mentito credo sia stato Conte perchè Gualtieri non c’era”. Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando con i giornalisti al Senato prima del dibattito nell’aula di Palazzo Madama.

Prendendo parola in aula, Salvini attacca di nuovo il premier Conte: “E’ seduto lì chi sta mettendo a rischio i risparmi degli italiani”, dice indicando i banchi del governo.

“Fossi in lei mi preoccuperei- continua Salvini- mentre lei parlava i suoi senatori non erano ad ascoltarla. Mancavano 60 parlamentari del Movimento 5 stelle. Decine di assenze fra i 5Stelle (oltre 30) e a sinistra (oltre 20). Neanche la sua maggioranza lo ascolta. Ecco la fiducia che hanno in lei”.

Per rispondere agli attacchi del premier durante la sua informativa, Salvini aggiunge: “Mi dispiace per lei. Chi vive di rancore, vive male”. Conte sorride apertamente. Guarda i ministri D’Inca’ e Gualtieri e sembra dire: “Proprio lui parla?”.

“Il tempo è galantuomo, le bugie hanno le gambe corte, capisco che difendere l’indifendibile diventa pesante, non vorrei essere mai nei vostri panni. Lei è qua oggi- sottolinea- perchè la Lega si è mossa, altrimenti avrebbe tenuto il suo compitino nel cassetti, avremmo letto sui giornali che lei è andato in Europa a firmare il Trattato a Bruxelles”.

Secondo Salvini, la maggioranza che sostiene il Governo deve “portare un documento” in aula: “Se avete cambiato idea, in democrazia si accetta tutto, ma ditelo agli italiani”.

Il leader della Lega continua il suo attacco citando Confucio: “L’uomo da poco è arrogante senza essere calmo, l’uomo superiore, e non sono sicuramente io, è calmo senza essere arrogante”. Poi, chiude il suo intervento: “Aperta parentesi: si vergogni”.

MES. CASELLATI A SALVINI: NESSUNO PUO’ DIRE VERGOGNA AL PREMIER

Bagarre in aula a Palazzo Madama durante gli interventi sull’informativa Mes. Matteo Salvini chiude il suo intervento dicendo “vergogna” all’indirizzo del premier Giuseppe Conte e interviene la presidente del Senato.

“Nessuno in quest’aula e nemmeno lei senatore Salvini- dice Maria Elisabetta Casellati – puo’ dire al presidente del Consiglio ‘Si vergogni’, perchè non è francamente un’espressione da usare qui. Non siamo allo stadio , non voglio applausi da parte di nessuno, non ci sono tifoserie. Io credo che si debba avere rispetto per le istituzioni. Per esprimere un dissenso non c’è un bisogno di offendere. Quest’aula aula richiede rispetto da parte di tutti e per le opinioni di tutti”.

«Agenzia DIRE» e l’indirizzo «www.dire.it»