Una svolta per l’ospedale di Anagni

Una svolta per l'ospedale di Anagni

Anagni, Un progetto cantierabile del Centro Studi Ecampus, riaccende la speranza di riaprire il nosocomio anagnino

Passo in avanti per quello che potrebbe rappresentare la svolta definitiva per la riapertura del polo ospedaliero di Anagni. Questa mattina (5 agosto) il Centro studi economici Ecampus, con un gruppo di professionisti e imprenditori, a seguito dell’interessamento del presidente nazionale del movimento politico Più Italia Fabrizio Pignalberi, in piena sintonia con il sindaco di Anagni Daniele Natalia, ha presentato un progetto ‘cantierabile’ per la riapertura del presidio ospedaliero dell’Area nord della provincia di Frosinone, declassato negli ultimi anni. Il progetto è stato protocollato presso gli uffici tecnici del comune di Anagni.La struttura copre un bacino di utenza di 80.000 persone e ne fa uno dei centri ospedalieri più importanti della Provincia.”Si è giunti alla presentazione del progetto – hanno dichiarato dal Centro studi – grazie all’intervento del leader del movimento Più Italia Fabrizio Pignalberi, che ha sposato la causa della chiusura ospedaliera. Grazie anche al sindaco Natalia che si impegnato per la risoluzione di un problema sentito in tutta l’area Nord della Provincia. Abbiamo presentato un progetto manifestando la volontà di sviluppare un’idea per trasformare una struttura abbandonata e declassata in un Polo di eccellenza, salvaguardando i bisogni basilari dell’emergenza e ponendo le basi di un centro socio sanitario di riferimento per l’area circostante”.Sull’argomento il presidente Pignalberi non rilascia dichiarazioni e lascia parlare i fatti.