Pignalberi vince la battaglia politica contro il Principe Emanuele Filiberto

Pignalberi vince la battaglia politica contro il Principe Emanuele Filiberto

Roma, Più Italia continua il suo percorso sotto la guida del Presidente Fabrizio Pignalberi

l presidente nazionale del movimento ‘Più Italia’ Fabrizio Pignalberi vince la sua battaglia politica contro il Principe di Savoia Emanuele Filiberto costretto, oggi, a fare un passo indietro e a promuovere un nuovo progetto denominato ‘Realtà Italia’.

“Il nodo del contendere tra i due, è stato l’utilizzo da parte del Principe di Savoia, del marchio e del nome del Movimento ‘Più Italia’, nonché del dominio internet regolarmene registrato oltre un anno fa dal suo leader.

Tra i due, tra l’altro, c’era stato all’epoca dei fatti, anche un contatto politico, interrotto dallo stesso Emanuele Filiberto nel momento in cui, avvalendosi della collaborazione dei suoi fedelissimi, ha tentato di far fuori Pignalberi e, appropriandosi del progetto ‘Più Italia’, diventare il nuovo leader e punto di riferimento del gruppo politico.

Il Presidente del Movimento, che in queste settimane sta girando in lungo e in largo il Paese, mettendo in campo una serie di iniziative volte a far conoscere i valori e le idee del suo progetto, ha accolto la notizia con grande soddisfazione. “Ho vinto la mia battaglia politica contro Emanuele Filiberto  ora attendo il risarcimento del danno – ha dichiarato Pignalberi –. Non posso essere che contento. Archiviata questa brutta pagina politica è il momento di andare avanti ancora più spediti e convinti che il nostro progetto può veramente rappresentare la vera alternativa politica alle tante chiacchiere e promesse a cui siamo costretti ad assistere in questi mesi.

 Abbiamo incontrato tanta gente, ascoltato le loro proposte, i problemi di una quotidianità sempre più difficile da affrontare e ci siamo accorti che intorno a noi si è creato un grande entusiasmo. La gente ha bisogno di iniziare a credere a qualcosa di nuovo e noi possiamo rappresentare la novità”.