Pistoia, spari contro migrante “per goliardia”: i responsabili sono due tredicenni

PISTOIA – La Polizia di Stato di Pistoia ha individuato gli autori delle offese e delle esplosioni di alcuni colpi a salve nei confronti di un cittadino gambiano avvenute nella serata del 2 agosto scorso. Si tratta di due ragazzi con meno di 14 anni.

Leggi anche: Far West Italia, ecco tutti gli episodi di violenza razzista negli ultimi mesi

I due, alla presenza dei genitori, hanno dichiarato le loro responsabilita’ ed hanno consentito il rinvenimento, presso l’abitazione di uno di questi, della scacciacani utilizzata per l’azione delittuosa e di circa 200 proiettili a salve.

Le indagini sono state condotte dai poliziotti della DIGOS e della Squadra Mobile, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Pistoia. Decisivo e’ stato l’esame delle immagini di sorveglianza della zona e sopralluoghi che hanno consentito di accertare la presenza di un gruppo di giovani pistoiesi minorenni che, nelle ore in cui sono avvenuti i fatti, si aggirava in zona di Vicofaro.

I due giovani, hanno imputato l’accaduto ad un momento goliardico, escludendo qualsiasi riconducibilità a motivi razziali o politici. Trattandosi di cittadini minori di quattordici anni e quindi non imputabili, il fascicolo è stato trasmesso alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minori di Firenze.

fonte «Agenzia DIRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Be the first to comment on "Pistoia, spari contro migrante “per goliardia”: i responsabili sono due tredicenni"

Leave a comment