PRIMA DOMENICA ECOLOGICA PROVINCIALE, ESPERIMENTO PERFETTAMENTE RIUSCITO

IL PRESIDENTE POMPEO: IL GIOCO DI SQUADRA HA FUNZIONATO. AVANTI COSI’

Vedere le nostre città animate da famiglie, ragazzi e anziani a passeggio, complice il bel tempo e la possibilità di stare all’aria aperta senza i rumori e la frenesia del traffico, godere di strade e piazze in totale tranquillità è la fotografia che racconta di un esperimento perfettamente riuscito, che non solo può, ma deve fungere da apripista per un piano d’azione condiviso sull’intero territorio provinciale”.

Così il presidente della Provincia di Frosinone e sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo, commenta la prima domenica ecologica che ieri ha coinvolto i sette maggiori centri della provincia: Frosinone, Cassino, Sora, Anagni, Alatri, Ceccano e Ferentino.

Una domenica senza auto che ha dato modo ai cittadini, ma anche ai non residenti, di apprezzare le bellezze delle nostre città e riflettere sull’importanza di mettere in campo misure concrete ed efficaci per contrastare il dilagante fenomeno dell’inquinamento.

Sono molto soddisfatto – ha continuato il presidente Pompeo – di come il territorio abbia risposto a un’iniziativa mai realizzata prima, che non solo ha visto coinvolti i maggiori centri della provincia ma ha avuto lo scopo primario di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di agire concretamente per la salvaguardia dell’ambiente. Grazie all’Apef, la società in house della Provincia che si occupa dei controlli sugli impianti termici, nelle sette piazze è stato distribuito materiale informativo utile a conoscere i provvedimenti e le misure già adottati dall’Amministrazione provinciale, in collaborazione con la stessa Apef, per aiutare i Comuni e i cittadini. Ultimo, in ordine di tempo, il contributo di un milione di euro che, grazie all’adesione al ‘Patto dei sindaci’, servirà per poter sostituire i vecchi impianti termici con caldaie di nuova generazione e a basso impatto ambientale. Quello di ieri è soltanto un primo ma importante passo verso l’adozione di una politica ambientale condivisa, concertata con tutti i soggetti interessati e finalizzata all’impegno e alla responsabilità costanti per salvaguardare salute e ambiente. Continuiamo così!”.