Regionali Puglia, corsa all’ultimo voto: lieve vantaggio di Emiliano

Secondo le prime proiezioni il governatore uscente è in lieve vantaggio sullo sfidante del centrodestra

BARI – Secondo i dati elaborati dal consorzio Opinio per Rai, su una copertura del sei per cento del campione, e’ il candidato del centrosinistra nonche’ governatore uscente Michele Emiliano a essere in vantaggio sul candidato del centrodestra, Raffaele Fitto. Emiliano si assesta al 46 per cento contro il 40,1 di Fitto. La candidata del M5S, Antonella Laricchia e’ data al 10,4 per cento mentre Ivan Scalfarotto all’1,8 per cento.

PUGLIA. I DATI DELLE SCORSE VOTAZIONI

Il 61,71 per cento dei pugliesi ha partecipato al referendum costituzionale del 2016 sulla riforma Boschi – Renzi: il si’ racimolo’ il 32,84% mentre il no il 67,16%. Il dato relativo alla affluenza alle Regionale del 2015 – che si sono svolte in una sola giornata – si assesto’ al 51,16%. Le elezioni furono vinte da Michele Emiliano con il 47,12 % e sostenuto da Pd, Emiliano sindaco di Puglia, Noi a sinistra per la Puglia, Popolari, la Puglia con Emiliano, Pensionati e invalidi, Partito comunista, Popolari per l’Italia. Antonella Laricchia, la candidata del M5S e che in questa tornata ha l’appoggio della civica Puglia Futura, agguanto’ il 17,19 delle preferenze. Frammentato cinque anni fa il centrodestra che si presento’ con due candidati: Francesco Schittulli (sostenuto da Oltre con Fitto, FdI e Movimento Schittulli) che non ando’ oltre il 18,29%; mentre Adriana Poli Bortone espressione di Forza Italia, Lega; Puglia nazionale e Partito liberale prese il 14,40% dei voti; Riccardo Rossi – L’altra Puglia – 1,02%; Gregorio Mariggio’ – Verdi – lo 0,45 %; e Michele Rizzo – Partito di alternativa comunista – lo 0,30%.

DIRE» e l’indirizzo «www.dire.it»