Roma, cancellata la scritta “Vota Garibaldi” a Garbatella. Il Comune: “È stato un errore, verrà restaurata”

“La storica scritta ‘Vota Garibaldi‘, nel quartiere Garbatella di Roma, non andava cancellata e il Campidoglio non ha mai dato disposizioni in tal senso”

ROMA – “La storica scritta ‘Vota Garibaldi‘, nel quartiere Garbatella di Roma, non andava cancellata e il Campidoglio non ha mai dato disposizioni in tal senso. La rimozione è dovuta all’errore di un addetto della ditta appaltatrice del servizio per il decoro urbano del dipartimento Sviluppo infrastrutture e Manutenzione urbana: recatosi sul posto su richiesta della Polizia locale, per cancellare dei graffiti ingiuriosi, di propria iniziativa ha rimosso anche quella storica scritta. Il dipartimento interessato ha già avviato le procedure per ripristinarla mediante un appropriato restauro”. Lo scrive in una nota l’ufficio stampa del Comune di Roma.

CODACONS: COMUNE CANCELLA UNICHE SCRITTE SU MURI DA TENERE

“Oramai siamo all’assurdo, e non abbiamo più parole per commentare ciò che avviene a Roma”. Così Carlo Rienzi, presidente Codacons, interviene su quanto accaduto nella capitale, con la storica scritta “Vota Garibaldi”, nel quartiere Garbatella, che è stata immotivatamente cancellata dagli addetti del Comune. “Mentre i muri della città sono ricoperti di scritte, sporcizia e affissioni abusive, gli addetti al decoro urbano pensano bene di cancellare l’unica cosa che dovevano lasciare intatta: la storica scritta ‘Vota Garibaldi’, documento storico della Garbatella segnalato addirittura da una apposita targa- afferma Rienzi- Ma oramai nemmeno questo ci meraviglia più, considerato che sulle strade di Roma avviene di tutto: se un topo morto può rimanere 16 giorni su un marciapiede del centro senza essere rimosso dagli addetti alla pulizia delle strade, come da noi denunciato nei giorni scorsi, è certamente possibile che una scritta storica venga cancellata di punto in bianco e senza alcun motivo dagli addetti del Comune”.Condividi su facebookCondividi su twitterCondividi su whatsappCondividi su email

«Agenzia DIRE» e l’indirizzo «www.dire.it»