ROMA: POLIDORI (FI), SOLIDARIETA’ A BRAMBILLA PER INSULTI SESSISTI DA DIRIGENTE CAPITOLINO

ROMA: POLIDORI (FI), SOLIDARIETA' A BRAMBILLA PER INSULTI SESSISTI DA DIRIGENTE CAPITOLINO

“Esprimo piena solidarietà all’on. Michela Vittoria Brambilla per gli irripetibili insulti sessisti che le sono stati rivolti dal dirigente del Dipartimento Ambiente del Comune di Roma, al quale, peraltro, aveva offerto una valida soluzione per sgomberare dai cinghiali il parco non lontano da San Pietro. Mi aspetto che il comportamento incivile del funzionario pubblico sia adeguatamente sanzionato. Trovo gravissimo che chiunque – a maggior ragione chi rappresenta un’istituzione – possa ingiuriare chicchessia. Il fatto è ancor più grave se la vittima degli insulti è una donna, raggiunta da indicibili epiteti sessisti! L’impressione è che quando si manca di educazione, sensibilità nei confronti di persone ed animali, quando non si ha l’adeguata competenza per dare soluzione ai problemi, la cosa più facile sia prendersela con il prossimo. Se poi questo prossimo è donna ed è in grado di fare quello che tu non sei capace di fare, allora l’oltraggio sessista scatta quasi immediato. Il dirigente in questione farebbe bene a chiedere pubblicamente scusa in primis all’on. Brambilla, Presidente dell’Intergruppo parlamentare per i diritti degli animali e della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, e poi – già che c’è – a fare ammenda per l’uccisione del tutto gratuita dei cinghiali di cui proprio la LEIDAA, si sarebbe presa cura. Infine, il dirigente capitolino dia conto ai romani del perché sempre più esemplari selvatici popolano le strade e i parchi della città, pieni di cumuli di rifiuti, più che i campi”. 

Lo dichiara Catia Polidori, deputata e Coordinatrice nazionale di Azzurro Donna di Forza Italia.