Salvaguardata l’autonomia scolastica del plesso serronese

Salvaguardata l'autonomia scolastica del plesso serronese

Serrone, Il gruppo di minoranza guidato dall’ex Sindaco Natale Nucheli, evita la perdita dell’autonomia scolastica

“L’impegno dell’opposizione è espressione di democrazia e fa parte della logica dell’alternanza costituendo lo stimolo che evita l’appiattimento, la collusione, il deterioramento della politica”. E’ un impegno questo che l’attuale minoranza del Comune di Serrone, guidata dall’ex Sindaco Natale Nucheli (nella foto) , ha dimostrato di attuare, salvaguardando  e riscendo a tutelare l’autonomia dell’istituto scolastico di Serrone per l’anno scolastico 2021/22. Situazione questa che sotto l’amministrazione dell’attuale maggioranza del Sindaco Giancarlo Proietto stava accadendo, e cioè l’accorpamento del plesso scolastico di Serrone con l’istituto comprensivo di Piglio. “Ci teniamo a chiarire – queste furono le dichiarazioni nei mesi scorsi del Sindaco Proietto-  che la decisione di togliere l’autonomia della scuola di Serrone non è una volontà  del sindaco né dell’assessore alle politiche sociali né dell’amministrazione comunale, ma è il risultato di una legge che nega ai piccoli comuni sottodimensionati di mantenere appunto l’autonomia della propria scuola“.  Una legge presente da anni, ma che ha in se delle deroghe, che la passata Amministrazione del Sindaco Natale Nucheli ha fatto sempre riconoscere, sventando la perdita dell’autonomia del plesso di Serrone.  Ed anche questa volta con il coinvolgimento dell’intera popolazione, però dai banchi della minoranza consiliare, si è riusciti a far rispettare.  “Grazie a tutti coloro che si sono prodigati sin dal primo momento –ha commentato l’ex Sindaco Nucheli- in particolare tutti i cittadini, amministratori ed ex-amministratori che hanno sottoscritto l’appello per la salvaguardia, il consiglio di istituto, il dirigente scolastico, i circoli di Sinistra Italiana e Partito Democratico locali. Grazie al Presidente del consiglio regionale del Lazio Mauro Buschini ed alla consigliera regionale Sara Battisti per aver sostenuto le motivazioni giunte dal nostro territorio. Grazie all’assessore regionale alla scuola Di Berardino per averle recepite. Grazie alla delegata alla scuola dell’amministrazione provinciale di Frosinone Alessandra Sardellitti. Ora si apra un tavolo di confronto per scongiurare fusioni tecniche in futuro e rafforzare l’importanza di un istituto comprensivo quale simbolo di una comunità”. Un chiaro esempio che anche un gruppo consiliare di minoranza , riesce a fare una buona opposizione costruttiva per il bene del paese, raggiungendo importanti risultati, che un gruppo di maggioranza alla guida del paese non riesce ad ottenere.