“Salvini offre la licenza di uccidere i lupi in cambio di voti”

Lo afferma la senatrice Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto

ROMA – “L’invadenza del ministro Salvini non conosce limiti. Ora ha deciso che deve essere lui a decidere anche sull’abbattimento dei lupi, ignorando il Piano di conservazione e gestione del lupo messo a punto dal ministero dell’Ambiente dopo mesi di confronti e approfondimenti scientifici. Salvini invece dirama la sua circolare per consentire l’abbattimento dei lupi senza alcun criterio scientifico, seguendo solo la sua eterna stella polare: propaganda e ricerca del consenso a ogni costo”, afferma la senatrice Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

“Presenteremo immediatamente un’interrogazione su questa gravissima ingerenza del ministro degli Interni che rischia di mettere a rischio una specie fondamentale per l’equilibrio ecologico in assenza di qualsiasi reale situazione d’allarme. Chiediamo però al ministro Costa di bloccare subito la circolare che offre la licenza di uccidere i lupi in cambio di qualche voto”, conclude la presidente De Petris.

LUPO. SALVINI: NESSUN ABBATTIMENTO, AL MASSIMO CATTURA

“Nessun abbattimento dei lupi, al massimo cattura e trattenimento”. Lo ribadisce Matteo Salvini, dopo la circolare diffusa l’altro giorno dal Viminale. L’obiettivo del ministero dell’Interno, condiviso col dicastero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, è evitare allarmismi, controllare la diffusione della specie e mettere in sicurezza il bestiame.

«Agenzia DIRE» e l’indirizzo «www.dire.it»