Scuolabus. Per le famiglie rimane tutto come prima

Soddisfatto Quadrini che aveva chiesto sostegno al Governo.

Ottime notizie dal Consiglio dei Ministri per quanto concerne il trasporto scolastico. E’ stato, infatti,rimosso il divieto di finanziare con proprie risorse il servizio.

 Il consigliere provinciale Gianluca Quadrini, vice coordinatore Forza Italia Lazio, aveva chiesto sostegno al MIUR attraverso una missiva ai ministri Toninelli e Bussetti affinché alle famiglie non fosse tolto il servizio scuolabus. Il ministro Bussetti ha subito manifestato supporto per un pieno diritto allo studio.

 “Con soddisfazione apprendiamo che è stato rimosso il divieto di finanziare con proprie risorse il servizio scuolabus.La norma sul trasporto scolastico, -dichiara Quadrini- contenuta nel decreto legge sull’istruzione, approvato ieri sera dal Consiglio dei Ministri, fa chiarezza e consente ai Comuni, nell’ambito della propria autonomia e nel rispetto degli equilibri di bilancio, di assicurare alle famiglie un servizio fondamentale potendo integrare le spese per lo scuolabus gratuito alle famiglie. Una vittoria per i comuni italiani, e anche per quelli della provincia di Frosinone, soprattutto quelli piccoli e lontani dalle aree urbane, per i quali il servizio del trasporto degli allievi è vitale. La prassi degli stanziamenti comunali per gli scuolabus, che costa ai piccoli centri soprattutto montani poche migliaia di euro all’anno è un servizio collettivo importante e va salvaguardato”.