Seconda Edizione di Impresa in azione. Coinvolti 10 Istituti Superiori anche di Amatrice


Notice: Trying to get property 'post_excerpt' of non-object in /home/ilgiorna/public_html/wp-content/themes/mh-newsdesk/includes/mh-custom-functions.php on line 123

Dopo la significativa esperienza della prima edizione conclusasi con l’evento “Fiera di primavera”, la Fondazione Varrone ha deciso di rinnovare il suo impegno per il programma Impresa in azione che quest’anno ha ottenuto conferme e larghi consensi da parte delle Istituzioni Scolastiche locali: circa 450 studenti rappresenteranno i 10 Istituti di istruzione Superiore/Istituti Omnicomprensivi (tra cui il Liceo Scientifico e l’Istituto Alberghiero di Amatrice e il Liceo di Magliano Sabina), per una rappresentanza territoriale pari al 76,9% del totale.

Il programma di formazione imprenditoriale, riconosciuto dalla Commissione Europea, rivolto alle classi terze e quarte delle scuole superiori, ideato da Junior Achievement, organizzazione non profit leader nel settore dell’educazione economica dei giovani, dopo il successo dello scorso anno ha avuto una massiccia adesione da parte degli Istituti superiori.
Ben 27 classi saranno impegnate in un percorso di educazione all’imprenditorialità che consentirà agli studenti di sviluppare competenze tecnico-scientifiche finalizzate alla comprensione della costruzione di un’attività di business, dall’ideazione all’applicazione dei modelli gestionali.

Nel corso del JA Day dello scorso 1 Dicembre 2016 l’ingegner Pierluigi Persio è stato insignito da Junior Achievement Italia del Premio Leadership Award, sulla base della seguente motivazione: “La motivazione di tale scelta deriva dal forte convincimento personale con cui hai portato avanti la richiesta di supporto al programma Impresa in azione presso Fondazione Varrone riconoscendo all’iniziativa coerenza con il tuo ruolo di Consigliere allo sviluppo”.

“Il progetto avviato a Rieti, grazie al forte convincimento del consigliere della Fondazione Varrone Pierluigi Persio – ha sottolineato la Presidente di JA – rappresenta per Junior Achievement una best practice di partenariato tra nonprofit, privato e istituzioni locali che potremo replicare con successo in nuovi territori promuovendo modelli di sviluppo economici e sociali fondati su processi educativi innovativi e continuativi”.