Sociale. Campidoglio, cresce accoglienza per persone senza dimora

Sociale. Campidoglio, cresce accoglienza per persone senza dimora

Si punta a oltre 1200 posti. Mammì: “Impegno e azioni costanti per sostenere i più fragili”

 Prosegue l’azione di Roma Capitale per aprire nuovi posti di accoglienza per persone senza dimora. Attraverso le procedure in fase di completamento, si punta a superare i 1200 ricoveri.
“L’impegno e le azioni dell’Amministrazione sono costanti per ampliare l’accoglienza di persone senza dimora durante i mesi più freddi dell’anno”, dichiara l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì.
I nuovi posti di accoglienza saranno declinati in strutture notturne H15 e H24, con pasti caldi, bevande e kit igienici per sostenere persone in condizioni di grave fragilità.
“Al nostro circuito ‘ordinario’ di accoglienza, attivo tutto l’anno – continua l’assessora Mammì -, abbiamo aggiunto già da dicembre i ricoveri legati alla misura straordinaria del Piano Freddo, che attiviamo con fondi capitolini presso strutture di associazioni sul territorio e anche con finanziamenti diretti ai Municipi II, III, VIII e X, e lavoriamo costantemente per aumentare sempre di più i posti a disposizione. La ricognizione per finanziare nuove strutture è costante”.
L’apertura dei nuovi posti di accoglienza è prevista a partire dalla prossima settimana, in base allo scaglionamento degli ingressi con screening sanitario legato all’emergenza Covid-19.
“Ringrazio il Dipartimento Politiche Sociali per l’impegno straordinario che sta mettendo in campo, insieme alle associazioni e ai Municipi che con le risorse del Campidoglio gestiscono queste strutture di accoglienza sul territorio. Nel sociale, forse più che in altri ambiti, è ancora più importante fare rete. Come Amministrazione puntiamo ad aprire sempre più strutture capaci di intercettare le persone più fragili per accompagnarle, attraverso l’accoglienza, anche in un percorso che punti il più possibile al reinserimento sociale”, conclude l’assessora.