Sociale – Ferrazza (Handy Systems): “Bene emendamento Lazio su installazione cartelloni e segnali itinerari in braille”

“La strada delle pari opportunità dei non vedenti è tutta in salita, qualcosa però sembra muoversi sulle vie del Lazio. La recente approvazione in Commissione Cultura e Turismo della Regione di un emendamento relativo all’esame dell’articolato di un testo in materia di promozione e valorizzazione degli itinerari, cammini e vie consolari romane, in cui si prevede l’istallazione di cartellonistica e segnaletica anche in braille, è un primo segnale positivo. Speriamo possa aprire un’autostrada di possibilità, perché leggere per informarsi e per orientarsi è il primo passo verso l’indipendenza personale di un non vedente”. E’ quanto dichiara Caterina Ferrazza, presidente di Handy Systems con riferimento all’emendamento del consigliere regionale del Lazio Adriano Palozzi, di recente approvato in Commissione Cultura.

“Ancora oggi un non vedente italiano – continua Ferrazza – si trova davanti tante barriere. In un ufficio pubblico, non ha possibilità di leggere nessun avviso, pochi i musei con targhe tattili, nei convegni e nelle conferenze non si trovano cartelline stampa in braille, si contano sulle punte delle dita i ristoranti con menù ad hoc e in edicola c’è solo Braille News. Da anni mi batto a difesa e per promuovere il linguaggio braille, il codice basato sui punti che permette ai non vedenti di leggere; eppure in Italia è poco utilizzato e addirittura lo si vorrebbe mandare in soffitta. Nelle mie battaglie quotidiane trovo davanti a me tanti muri di insensibilità, persone incapaci di mettersi nei panni degli altri. Come tutti, i non vedenti vorrebbero avere le stesse opportunità di lettura, perché le nuove tecnologie hanno sicuramente portato delle migliorie nella quotidianità, ma non è sufficiente, c’è bisogno – conclude  – dell’integrazione con il sistema tradizionale di scrittura e lettura del linguaggio braille”.