Stadio Roma, c’è il parere dello Stato: forti criticità, si va verso nuova conferenza dei servizi

ROMA – Il parere dello Stato sul nuovo stadio della Roma è arrivato. E a quanto apprende l’agenzia di stampa Dire il suo contenuto contiene forti criticità al nuovo progetto immaginato dall’amministrazione pentastellata della Capitale.

Il percorso autorizzativo dello stadio dei giallorossi a Tor di Valle, dunque, potrebbe allungarsi. Il parere dello Stato, in particolare, evidenzia “forti criticità” sui temi delle infrastrutture, dei trasporti e dei beni culturali, e contiene, in un unico atto, le osservazioni arrivate dai diversi ministeri. Ora la documentazione è allo studio dei tecnici dell’urbanistica della Regione Lazio. Entro un paio di giorni, invece, è atteso proprio il parere della Regione Lazio.

L’iter burocratico prevede ora una delibera che chiuderà formalmente il procedimento autorizzativo sul nuovo stadio e la Conferenza dei servizi, per altro già conclusasi senza il via libera al progetto. La sensazione diffusa è che visto l’alto numero di criticità evidenziata sia dallo Stato, ma anche dalla Città metropolitana e dal Comune, sarà necessaria una nuova Conferenza dei servizi, quindi almeno altri 180 giorni prima di poter approvare definitivamente, o meno, il nuovo stadio della Roma.

 

onte «Agenzia DIRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Be the first to comment on "Stadio Roma, c’è il parere dello Stato: forti criticità, si va verso nuova conferenza dei servizi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*