Visita del senatore Gianfranco Rufa nella città dei Papi

Visita del senatore Gianfranco Rufa nella città dei Papi

Anagni, Rufa: “Riaprire il nosocomio anagnino è vitale per il territorio, al fine di fronteggiare il covid”

Nella serata di venerdì, il senatore della Lega Gianfranco Rufa si è recato ad Anagni, dove è stato accolto dal Sindaco Daniele Natalia e dal Vice Sindaco Vittorio D’Ercole, per dare il suo sostegno ed interesse alla richiesta lanciata nei giorni scorsi inerente la riapertura del nosocomio anagnino, per fronteggiare l’emergenza covid, crescente anche in Ciociaria.  Il Senatore Gianfranco Rufa, ha dimostrato in diverse occasioni la sensibilità necessaria per fronteggiare questa tematica, d’altronde è nella politica della Lega rendere più efficiente la sanità, unica arma contro il covid. Infatti mentre nel Lazio non c’è alcun interesse nel riaprire una delle tante strutture chiuse, in Veneto il Governatore leghista Zaia ha riaperto 5 ospedali chiusi da diversi anni, per offrire nuovi posti letto di terapie intensive.  “E’ sotto gli occhi di tutti –sottolinea il Senatore Rufa-  che l’emergenza dovuta alla diffusione del Covid sta mettendo in ginocchio la sanità del Lazio, per ora non ancora Regione rossa, ma gli ultimi dati non fanno ben sperare. L’ospedale di Anagni è stato chiuso  nel novembre 2012,  ancora oggi si presenta come una valida risorsa che può tornare operativa in tempi brevi. Infatti secondo i dati, può offrire posti letto per le terapie sub intensive, le quarantene post-guarigione e altre necessità legate non soltanto all’attuale  situazione di emergenza Covid,  ma indispensabili per  assicurare tutti i servizi di prevenzione  e  assistenza, istituendo un  Centro di Screening  di prevenzione Covid,  (tamponi, analisi e test sierologici )  a servizio  della popolazione. Ed invece nulla totale silenzio del PD, di Zingaretti e della sua Giunta Regionale, che dimostrano di non attivarsi con determinazione contro questa crisi. Sostengo con determinazione l’operatività del Sindaco Natalia, e del Vice Sindaco D’Ercole, ed abbiamo fatto una foto insieme, molto significativa  dinnanzi al nosocomio, la foto è buia, buia come la sanità del Lazio, abbandonata dalla giunta regionale del PD di Zingaretti. Quest’ospedale una volta era un fiore all’occhiello, adesso non si sa nemmeno che fine farà la struttura…”.