Zingaretti avverte gli alleati: “Basta fare i furbi o interesse viene meno. Italiani non sono coglioni”

Il leader del Pd manda un messaggio chiaro ai 5 stelle: “In un governo solo per occupare le poltrone non ci rimango”

ROMA – “Non fa solo effetto ma fa male. Noi saremo responsabili, diciamo che si può andare avanti, ma nessuno ricominci a mettere bandierine perchè gli italiani sono un popolo calmo ma gli italiani non sono dei coglioni. Se non si rispettiamo gli impegni presi si arrabbiano e ci sarà una rivolta“. Lo ha detto ieri Nicola Zingaretti, segretario del Pd, ospite del programma ‘Non è l’arena’ su La7.

“SE C’È CHI FA FURBO VIENE MENO INTERESSE ANDARE AVANTI”

“Se in questo governo qualcuno si illude che facendo il furbo un giorno dice sì e poi il giorno dopo fa polemica l’interesse ad andare avanti viene meno. Le biciclette stanno in piedi per il bene comune. Se ne cade una…”, ha detto ancora Zingaretti su La7.

“AVANTI INSIEME MA SE NON CI SONO CONDIZIONI LO SI DICA, NON RESTO PER OCCUPARE POLTRONE”

“Se diventa un gioco politico quello di logorare la possibilità di cambiare l’Italia, viene meno il motivo stesso per continuare ad andare avanti. In un governo solo per occupare le poltrone non ci rimango”, ha detto ancora Zingaretti. Che ha aggiunto: “Nessuno faccia il furbo. Agli alleati dico se vogliamo andare avanti insieme ma non per occupare potere e poltrone” va bene, “ma se queste condizioni non esistono lo si dica ed evitiamo di farci del male“. 

Vittorio Di Mambro Rossetti . «Agenzia DIRE» e l’indirizzo «www.dire.it»